Indietro
menu
a miramare

Musica e balli al chiringuito, festa interrotta dalla polizia. Scatta la chiusura

In foto: i controlli della polizia in spiaggia
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 12 lug 2021 14:00 ~ ultimo agg. 13 lug 11:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo il Turquoise, questa volta è toccato al chiringuito del Bagno 144 a Miramare. E’ lì che l’altra sera gli agenti della Divisione amministrativa della questura di Rimini hanno interrotto la festa in corso in spiaggia. Erano un’ottantina i giovani sorpresi a ballare vicino al chiringuito, tutti senza mascherina e assembrati.

Una scena che non è passata inosservata ai poliziotti che puntualmente hanno fermato la musica e disperso la folla. Poi si sono diretti verso il responsabile del chiringuito al quale hanno contestato il mancato rispetto della normativa anti-Covid e comminato una sanzione da 400 euro. Non solo perché hanno imposto anche la chiusura del locale sulla spiaggia per 5 giorni. Per la polizia, infatti, il chiringuito era stato trasformato in una pista da ballo a cielo aperto, con tanto di deejay e musica ad alto volume.

I controlli dei poliziotti sull’arenile e in particolare il monitoraggio di eventuali feste in spiaggia continuerà anche nelle prossime settimane proprio per evitare da un lato assembramenti che possano portare all’innalzamento dei contagi e per garantire dall’altro un divertimento sicuro.