Indietro
menu
Cantieri e polemiche

Piazza Malatesta: a metà luglio pronta la porzione lato Santa Colomba

In foto: i lavori (repertorio)
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 22 giu 2021 14:37 ~ ultimo agg. 23 giu 13:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Alcuni ampi tratti della nuova piazza Malatesta a Rimini, terzo asse del museo Fellini, saranno pronti già nel mese di luglio. Ma sul progetto non mancano le critiche. Intanto il 30 giugno ci sarà un incontro pubblico per rivelare quanto scoperto durante gli scavi.

Prosegue il cantiere di Piazza Malatesta a Rimini, 11mila metri quadri destinati a diventare uno dei tre assi del Museo Fellini insieme a Fulgor e Castel Sismondo. I progetti per la piazza, oggetto di numerose critiche da parte della minoranza consigliare e di alcune associazioni, dovevano essere al centro lunedì della commissione consigliare cultura (presieduta da Davide Frisoni), poi rinviata ad una data in cui potranno essere presenti anche la soprintendenza e l’assessore Roberta Frisoni per approfondire i dettagli. Intanto però i lavori avanzano: entro metà luglio sarà completata la porzione lato Santa Colomba con la pavimentazione e la posa della grande panca circolare circondata da una serie di cerchi luminosi che richiamano 8 e 1/2 di Fellini.

In sostituzione di quelli vecchi in precarie condizioni, sono stati piantati i nuovi platani a completamento del filare sempre lungo Santa Colomba. Entro la settimana sarà invece completata la pavimentazione sull’altro lato della piazza, fino all’altezza del platano monumentale. Più indietro l’intervento, partito a metà maggio, nell’area di ingresso alla piazza (provenendo da via Valturio) e nello spazio tra il fronte del Castello e il Teatro Galli dove sarà realizzato un sottile velo d’acqua con un sistema di nebulizzazione. Intervento, quest’ultimo, fortemente contestato dal consigliere di Fratelli d’Italia Gioenzo Renzi per via delle escavazioni per posizionare una soletta di cemento armato e i vani tecnici dove un tempo insisteva il fossato del Castello. Interventi che, spiega, insistono su un’area archeologica tutelata. Forti critiche dall’associazione Rimini Città d’Arte e da Italia Nostra anche all’ipotesi di un’installazione che riproduce la prua del Rex felliniano sempre davanti al Castello. Ma il progetto, anticipato dal sindaco in un incontro con gli imprenditori, ancora non è stato confermato da note ufficiali. Intanto nell’ambito del Festival Antico/Presente, saranno svelate le scoperte archeologiche emerse proprio dagli scavi in piazza Malatesta: appuntamento il 30 giugno alle 21.30 nel giardino Lapidario del Museo.

Notizie correlate
di Redazione