Indietro
menu
pensa a Mario

"Questa sì che è plastica". Campagna di Hera per migliorare raccolta

In foto: uno dei manifesti affissi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 17 mag 2021 14:15 ~ ultimo agg. 14:16
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una campagna ad hoc per un riciclo corretto della plastica. L’iniziativa “questa si che è plastica” promossa da Hera (gli spot “pensa a Mario” e manifesti in giro per la città)  parte dalla considerazione che sono in commercio numerose tipologie di materiali plastici e non tutte sono idonee al riciclo. Questo rende la raccolta  della plastica tra le più difficili, con diversi errori di conferimento che  inficiano la qualità della differenziata, che in questo modo è molto difficoltoso, se non impossibile, recuperare.  L’obiettivo di spot e manifesti è insegnare a distinguere quali materiali possano essere conferiti nei contenitori “gialli” e quali, invece, vanno smaltiti nell’indifferenziato o alle stazioni ecologiche.

Nelle prossime settimane, la multiutility attiverà strumenti di verifica e analisi dei conferimenti anomali dentro ai cassonetti, così da poter intervenire dove si riscontrano maggiori errori. In azione gli operatori di Hera ma anche associazioni ed enti attivi in città, con il contributo di cittadini e volontari. Parallelamente saranno intensificati anche i controlli da parte delle guardie ecologiche, con un controllo diffuso sul territorio che possa rappresentare una forma di deterrenza al fenomeno dell’abbandono e dello scorretto conferimento dei rifiuti.

Il Comune di Rimini e Hera – spiega Anna Montini, assessore all’ambiente –, ricorda che hanno fatto e stanno facendo uno sforzo notevole per dotare cittadini e imprese di tutti gli strumenti necessari per differenziare in modo corretto. Ultima in ordine di tempo, ricordo la sostituzione in corso dei contenitori con cassonetti Smarty, più belli e performanti, oltre alla collocazione in centro storico di isole ecologiche interrate esteticamente in linea con il contesto urbano in cui sono inserite”.

 “Attraverso la società Aliplast – aggiunge Fausto Pecci, responsabile del Servizi Ambientali del Gruppo Hera per l’area di Rimini – siamo l’unica multiutility a gestire l’intero ciclo della plastica, dalla raccolta alla fornitura di nuovi materiali riciclati. Si tratta di una prerogativa che testimonia il nostro impegno per la sostenibilità ma che richiede la collaborazione di tutti perché, attraverso i piccoli gesti quotidiani, ciascuno di noi può migliorare la quantità e la qualità della differenziata e, così facendo, contribuire al risparmio di materie prime e a gravare meno sul pianeta.”

Notizie correlate