Indietro
menu
Una campagna di comunicazione

Coronavirus e trasporto sicuro: un patto tra aziende e passeggeri

In foto: la locandina
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 2 mag 2021 16:03 ~ ultimo agg. 16:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le quattro aziende del trasporto pubblico dell’Emilia-Romagna (Start Romagna, Seta, Tper e Tep) che da sempre si coordinano nella gestione della fase pandemica, hanno deciso di accompagnare l’attuale momento di ripartenza del mondo della scuola con una campagna di comunicazione congiunta per sensibilizzare tutto il mondo del trasporto, utenti ed operatori sulle ‘buone regole’ da seguire: “Insieme per un viaggio più sicuro” è il claim della campagna che propone un vero e proprio ‘patto’ tra operatori e passeggeri trasportati: l’immagine è un gesto simbolo di questi tempi, il veloce contatto tra i gomiti. Se ciascuno fa la propria parte, questo è il senso della campagna, ogni rischio viene ridotto al minimo. Una collaborazione rafforzata, ad esempio, tra una conducente d’autobus e un signore di ritorno dalla spesa o ancora tra un addetto alla sanificazione dei mezzi ed una studentessa. E’ stata realizzata anche una landing page sul web (www.insiemeperunviaggiopiusicuro.it).

Le aziende sanificano i mezzi quotidianamente, verificano costantemente gli impianti al fine di garantire un costante ricambio d’aria, mettono a disposizione dispenser di gel igienizzante a bordo mezzo. Si aggiungono le soluzioni tecnologiche tra cui la bigliettazione digitale a mezzo delle diverse App disponibili. All’utente si chiede attenzione nel corretto utilizzo della mascherina, cautela nel parlare il meno possibile a bordo autobus o comunque a bassa voce, la richiesta di evitare di telefonare quando si è sul mezzo e l’impegno a igienizzarsi costantemente le mani.

In Emilia Romagna anche le verifiche condotte dai NAS che nelle scorse settimane non hanno rilevato elementi di criticità. La raccomandazione finale: “rispettiamo le regole, rispettiamo gli altri. Con l’impegno di tutti, il viaggio è più sicuro!”

Notizie correlate