Indietro
menu
Da inserire nel bugiardino

Ema. Astrazeneca: possibile legame con trombosi molto rare, niente restrizioni

In foto: la conferenza stampa EMA
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 7 apr 2021 18:26 ~ ultimo agg. 18:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Secondo l’Agenzia europea per i medicinali c’è un possibile legame tra il vaccino di AstraZeneca e rari eventi trombotici che vanno elencate tra gli effetti collaterali nel bugiardino. Ma “non ci sono rischi generalizzati nella somministrazione del vaccino di Astrazeneca” tali da “raccomandare misure specifiche per ridurre il rischio”.

Il comitato per la sicurezza dell’Ema (Prac) ha concluso che “i coaguli di sangue insoliti con piastrine basse dovranno essere elencati come effetti collaterali molto rari di Vaxzevria”, nome attuale del vaccino di AstraZeneca”. La combinazione segnalata di coaguli di sangue e piastrine basse è molto rara e i benefici complessivi del vaccino nella prevenzione di Covid-19 superano i rischi degli effetti collaterali, ha ribadito il Comitato. “Durante l’analisi, inoltre, “non sono individuati fattori di rischio legati all’età” per cui non è stata indicata nessuna restrizione in questo senso.

La maggior parte dei casi finora segnalati all’Ema “si è verificata in donne di età inferiore ai 60 anni” ed “entro due settimane dalla prima dose” mentre l’incidenza dei casi sospetti dopo la seconda dose “è limitata”, rende ancora noto l’Agenzia.

Notizie correlate
di Redazione   
di Icaro Sport   
FOTO