Indietro
menu
giovani e assembramenti

Venticinque sanzioni in centro e una rissa sventata nella Vecchia Pescheria

In foto: Il presidio della polizia in centro
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 13 feb 2021 19:25 ~ ultimo agg. 14 feb 12:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Di nuovo assembramenti nella Vecchia Pescheria, con i poliziotti della questura che hanno presidiato la zona delle cantinette a partire dalle 15. Il bilancio finale è di 25 giovani sanzionati per violazione delle norme anticontagio e una rissa sventata. Due ragazzi, i più esagitati, che avevano iniziato a spintonarsi creando attimi di tensione, sono stati subito allontanati dagli agenti e condotti in questura per accertamenti. Entrambi, visibilmente su di giri a causa dell’alcol, erano senza documenti.

I giovani, nonostante il freddo pungente, non hanno voluto rinunciare all’aperitivo anticipato del sabato. Rispetto allo scorso weekend però la situazione è apparsa più gestibile, anche se non sono mancati i classici gruppetti accalcati con il drink in mano e la mascherina abbassata. Far coesistere la voglia di divertimento con il rispetto delle regole anticontagio resta un compito complesso per le forze dell’ordine. Che, dove possibile, hanno usato il buon senso, richiamando i ragazzi al rispetto delle norme, ma davanti a comportamenti sfacciatamente irriverenti sono state costrette a sanzionarli con l’ormai classico verbale da 400 euro.

Per il prossimo weekend resta in piedi l’ipotesi di vietare l’asporto dalle 15 alle 18 con conseguente stop della musica, anche se bisognerà aspettare per capire di che colore sarà l’Emilia Romagna. In caso di zona arancione, con il solo asporto consentito, il caos del sabato in centro storico sarebbe scongiurato.