Indietro
menu
La richiesta di correttivi

Grotti (Lega): inascoltati i residenti di via Palotta su nuova viabilità

In foto: via Sacramora - Palotta
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 8 feb 2021 18:24 ~ ultimo agg. 19:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Il consigliere della Lega di Rimini Carlo Grotti torna a sollecitare risposte alle richieste di diversi residenti di Viserba, in particolare di via Palotta, per i recenti cambi di viabilità con l’istituzione del senso unico verso nord su via Sacramora.
“La Giunta del comune di Rimini, nonostante la mia interrogazione e le oltre 200 firme raccolte dai residenti di Viserba, non ha fatto ancora nulla per i cittadini del posto che, particolarmente interessati dalle modifiche sulla viabilità di Via Sacramora, hanno espresso il loro disappunto e suggerito all’amministrazione determinate soluzioni alternative per rimuovere i disagi creati”.
In particolare, si parla del divieto di svolta a destra per chi da via Palotta si immette su via Sacramora con la sola possibilità, oltre alla svolta a sinistra, di andare dritto su via Schinetti.
“Come evidenziato in modo molto chiaro dai residenti, per risolvere il problema basterebbe interrompere la corsia preferenziale, posta su Via Sacramora, per quanto riguarda la parte di strada compresa tra via Pallotta e Via Schinetti, in modo da permettere che il traffico di macchine, proveniente da Via Pallotta, confluisca su più vie e non si congestioni esclusivamente sulla Via Salvemini”.
Grotti definisce “vaga e incompleta” la risposta della Giunta di cui riporta un passaggio: “L’Amministrazione, inoltre, è costantemente impegnata in un’operazione di monitoraggio e verifica degli impatti di questo (ed altri) interventi sulla mobilità e sta effettuando delle verifiche in merito alla segnalazione da Lei riportata relativa alla situazione di via Salvemini.”
“Ad oggi la situazione è identica”, prosegue Grotti: “L’amministrazione non deve imporre scelte calate dall’alto, ma ascoltare e confrontarsi con i cittadini e i loro bisogni, soprattutto in situazioni come queste dove sono state prese decisioni che hanno modificato la viabilità”. “Devo constatare che da parte della Giunta non c’è stata la volontà di trovare la soluzione dinnanzi a oltre 200 firme raccolte dai residenti”. Se non ci saranno cambiamenti, Grotti è pronto a riportare il caso in consiglio comunale.
Notizie correlate
Rischio 'cratere' nel centrosinistra

L'appello del Circolo PD Euterpe: no alle primarie

di Redazione