Indietro
menu
da sabato ordinanza

Passeggiate, corse sul lungomare, mercato. Sadegholvaad chiarisce

In foto: lungomare Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 13 nov 2020 13:21 ~ ultimo agg. 22:32
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

1L’ordinanza è stata emessa da poche ore ma i comuni dell’Emilia Romagna si sono subito attivati per renderla operativa dalla giornata di domani. A Rimini sono previsti maggiori controlli interforze nei diversi luoghi della città per evitare gli assembramenti: “sono giorni – spiega l’assessore alla sicurezza e attività economiche Jamil Sadegholvaadche i controlli sono più serrati e da domani lo saranno ancora di più, sotto il coordinamento della Prefettura“.

L’assessore precisa anche alcuni punti dell’ordinanza.

Passeggiata sì o passeggiata no? “Non c’è divieto di passeggiare, certo è che il sindaco ha il potere di chiudere strade e piazza qualora ci fossero assembramenti ingestibili”.

Corsetta sul lungomare sì o no?: “l’ordinanza fa riferimento ad aree verdi e parchi è chiaro che per la nostra realtà questo è estendibile anche al lungomare e alla spiaggia. Sempre tenendo presente la necessaria distanza di 2 metri nel caso ci fossero molte persone”

Mercato ambulante?: “Il mercato ambulante domani è confermato, perchè riattiviamo il protocollo messo in atto a maggio quando i mercati erano stati riaperti, con monitoraggio da parte dei volontari e con una serie di attenzioni da parte degli ambulanti su entrata e uscita ad ogni singolo banco. Ci sarà anche vigilanza privata. Chi non rispetterà le regole andrà incontro alla sospensione dell’attività con chiusura del posteggio“.

 

In particolare i mercati e i posteggi isolati continueranno a svolgere la propria attività secondo le modalità di presidio, di allestimento, vendita e comportamentali definite già dal Comune di Rimini il 27 ottobre scorso con un’apposita ordinanza che individuava tutte le misure necessarie per impedire fenomeni di assembramento e garantire, con il rispetto del
distanziamento interpersonale e delle procedure igienico-sanitarie necessarie, il contrasto alla diffusione del contagio COVID-19, e sostanzialmente in maniera analoga a quanto dettato in merito
all’esercizio delle attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche o private dall’Ordinanza del Presidente della Regione Emilia Romagna emanata il 12 novembre 2020.

Già nella propria ordinanza, infatti, il Comune di Rimini ha prescritto una serie di misure relative alla predisposizione dei posteggi e delle aree mercatali con il posizionamento della cartellonistica informativa ed eventuali percorsi consigliati, nonché le indicazioni comportamentali (sia in ambito generale che all’interno dei posteggi) e il presidio da parte di personale dedicato nei mercati di mercoledì e sabato del centro. Definiti nell’ordinanza anche i provvedimenti che saranno adottati in caso di violazione dei comportamenti prescritti che comporteranno per gli operatori la sospensione immediata dell’attività con chiusura del posteggio. E’ alla luce di queste disposizioni che è stata programmata un’implementazione dell’attività di controllo sia da parte del Cocap, la società incaricata della gestione dei servizi di mercato nel Comune di Rimini, che si avvarrà della collaborazione anche di forze della vigilanza privata, che della Polizia locale di Rimini che, anche a seguito dei controlli effettuati nelle scorse settimane, provvederà ad accrescere la propria presenza nei vari mercati ambulanti cittadini.

Analoghe disposizioni sono state adottate per il mercato agricolo all’“ex Sartini”, che dovrà svolgersi nel rispetto di una serie di condizioni come la realizzazione di una perimetrazione e di un unico varco di accesso separato da quello di uscita, nonché la predisposizione di una sorveglianza pubblica o privata che verifichi le distanze sociali e il rispetto del divieto di assembramento.

 

Notizie correlate
di Andrea Turchini