Indietro
menu
santi

Bilancio Riccione chiude a 7milioni. Santi: fuori da Pmr, Start, Amir

In foto: l'assessore al Bilancio Luigi Santi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 17 nov 2020 15:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il bilancio del Comune di Riccione chiude con un utile di 7 milioni e 467 mila euro. Il dato del bilancio consolidato, che assomma utili e perdite delle partecipate, dopo il via libera in Giunta passerà al vaglio del Consiglio Comunale.

Nel dettaglio, Geat chiude nel 2019 con circa 3 milioni e 694 mila euro (cifra comprensiva dei dividendi Hera), New Palacongressi con più 176 mila euro; SIS con un più 56 mila euro. “Molto diversa la situazione delle partecipate PMR, Start e Amir, dalle quali il comune di Riccione ha intenzione di uscire – ha detto l’assessore al Bilancio Luigi Santi. I loro bilanci sono decisamente al ribasso e per tutelare i conti pubblici dell’Ente pubblico e quindi di tutti i cittadini noi non vogliamo più starci. Basta pensare che PMR presenta ricavi che non sono in grado di remunerare il capitale investito e porta un milione di debiti; Start perde utili e passa da 588mila euro del 2018 ai 93 mila euro del 2020; Amir ha visto un decremento degli utili da record, passando da 2 milioni e 800 mila euro nel 2018 a 206mila euro del 2019. Insomma i maggiori oneri di gestione aggravano questi bilanci e per noi è inconcepibile“.

In Consiglio comunale entro novembre, sarà presentato anche il documento delle variazioni 2020 ed equilibro dei conti pubblici. “Prima di tutto – specifica Santi – non ci sono debiti fuori bilancio, gli accantonamenti e i fondi di credito sono corretti e abbiamo incassato l’approvazione totale da parte dei Revisori dei Conti. Le variazioni riguardano soprattutto investimenti, le maggiori entrate della tassa di soggiorno, il ristoro della zona rossa“.

Nel dettaglio della variazione di bilancio 2020

Gli investimenti previsti: rotonda di viale Formia (64mila euro); messa in sicurezza del sottopassaggio di viale Da Verrazzano e rotonda (500 mila euro); finanziamento aggiuntivo per il Buon Vicinato di San Lorenzo (50 mila euro); sala del quartiere Fontanelle (28.500 euro); nuovo viale Venezia (80mila); progetto di riqualificazione ex Mattatoio (39mila); lungomare Goethe anticipo di intervento nella prima metà del 2021 per il tratto nella zona di piazzale Moro (923 mila euro); palestra di via Ionio (anticipazione del mutuo 875 mila euro).

In variazione di bilancio figurano poi un milione e 231mila euro del ristoro della zona rossa, di cui un milione e 131 viene accantonato e 100 mila già destinato a supporto fragilità; maggiori entrate di tassa di soggiorno per 650 mila euro sul previsionale di 1 milione e 800 mila. La tassa di soggiorno in parte andrà a finanziare le luminarie in tutta la città.

Nella variazione di bilancio anche le maggiori spese che il Comune ha dovuto sostenere per la gestione delle spiagge libere durante la pandemia, 24mila euro in totale, per cui ha ricevuto un contributo dalla regione di 10mila euro e 14mila a spese dell’Ente.

Notizie correlate
Un paese giovane

Ritorno dal Senegal

di Andrea Turchini   
di Redazione   
di Redazione