Indietro
menu
Dati comune per comune

Turismo. Miniripresa di agosto premia Riccione, in provincia -16,6% di presenze

In foto: la riviera
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 14 ott 2020 13:51 ~ ultimo agg. 16 ott 11:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La ripresa di agosto c’è stata, almeno parzialmente, ma la stagione turistica riminese segna comunque un passivo consistente nei primi 8 mesi del 2020 con 1.684.244 arrivi (-45,6%) e 7.450.750 presenze (-45,9%). E’ quanto emerge dalle statistiche pubblicate dalla Regione Emilia Romagna. Numeri su cui pesano i mesi di lockdown e il tracollo dall’estero che ha sfiorato il 70%. Circa la metà di arrivi e presenze sono arrivati comunque nel mese agosto che è riuscito a limitare i danni: – 6,4% i primi e – 16,6% le seconde, ma con differenze, anche notevoli, tra le varie località.

Riccione, ad esempio, è riuscita meglio di altri a contenere il passivo e in agosto ha totalizzato 171.950 arrivi, addirittura lo 0,4% in più del 2019, grazie all’ottima performance dei turisti italiani (+4%). Per tutti però vacanze brevi visto che le presenze sono calate del 9,7% (870.877).

Ripresa rispetto a luglio, ma con cali più consistenti di quelli della Perla Verde, per Rimini che ha visto 330.537 arrivi, il 10,1% in meno del 2019, e 1.537.236 pernottamenti (-19,5%). Anche il capoluogo ha potuto godere di un aumentato afflusso di turisti italiani (+0,9%) ma, essendo il comune con maggior quota estera, è stato penalizzato dai mancati arrivi da oltre confine.

Per Cattolica un andamento simile a quello riminese in agosto con poco meno di 86mila arrivi (-7,3%) e 464mila presenze (-19,8%). Ancora accorpati i dati di Bellaria Igea Marina e Misano che complessivamente segnano 143mila arrivi (-4,2%) e 810mila presenze (-16,3%).

I turisti italiani più affezionati alla Riviera sono quelli Lombardi ed emiliano romagnoli, seguiti da Piemonte e Veneto. Complessivamente il soggiorno medio dura poco più di 4 giorni (4,4) in linea col 2019. Diminuisce però la permanenza media “estiva”,  da 5,2 giorni a 4,6 nel 2020.

Tutti i dettagli e le tabelle nel documento dell’ufficio statistica regionale: rimini-gennaio-agosto-2020

Notizie correlate
di Lucia Renati   
di Simona Mulazzani   
VIDEO