Indietro
menu
A Morciano

Croce portata via dal torrente? Ritrovata al suo posto nel disboscamento

In foto: la croce ritrovata
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 3 set 2020 11:45 ~ ultimo agg. 4 set 10:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si pensava fosse  andata dispersa, trascinata via dalla forza di un torrente che attraversa due regioni e spesso ritrova la sua attitudine ad essere fiume. Invece, a seguito della pulizia e del disboscamento selettivo effettuato nell’alveo del fiume Conca, è stata ritrovata la croce, così come oramai circa 50 anni fa fu posta, posizionata là dove una porzione di Morciano fu spazzata via dalla furia del fiume.

Tra i primi a manifestare al sindaco felicità per il ritrovamento della croce il parroco don Sanzio Monaldini: “Che bello avere trovato quella croce!!!! Tutto passa….ma l’amore di Dio resta!

Da oggi inizia la manutenzione ordinaria di un’area che il comune intende acquisire dallo Stato: per poterla far diventare parte fondamentale di un rinnovato parco del Conca, sia per maggiore sicurezza dell’abitato, ma anche per riqualificare una zona molto apprezzata da chi ama passeggiare tra le valli e le colline.

Che quella fosse zona pericolosa per il possibile ingrossamento del fiume era già noto nei secoli passati. Nell’archivio comunale è stata trovata una lettera datata 1722 dell’architetto, ingegnere Carlo Giuseppe Fossati in cui si parlava del problema del Conca che di continuo “slamava terreni e minacciava le case di povera gente, che non poteva far fronte al minaccioso fiume, nei tempi della fiumana“. L’architetto proponeva di risolvere la situazione con “piani inclinati” piantumati con alberi di diverso tipo. Peccato che rimase solo una ipotesi e pochi anni dopo il Conca si portò via una porzione del borgo.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
FOTO