Indietro
menu
Osservatorio sul trasporto

Biglietti e abbonamenti bus: in 15 anni +30%. Indagine Cittadinanzattiva

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 18 set 2020 14:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Rimini in 15 anni il prezzo del biglietto dell’autobus è aumentato del 30% mentre quello dell’abbonamento mensile del 27,3%. Si tratta di valori più bassi della crescita media regionale che è rispettivamente del + 57,3% e del + 31,6%. Sopra la media regionale invece l’aumento dell’abbonamento annuale dove Rimini è la provincia che segna l’incremento maggiore: + 31,3% contro il + 22,5% dell’Emilia Romagna. E’ quando emerge dall’osservatorio di Cittadinanzattiva sui comuni capoluogo.
Nel 2005 un biglietto ordinario del bus a Rimini costava 1 euro e aveva 90 minuti di validità con un costo orario di 0,676 centesimi. Nel 2020 il biglietto si paga 1,30 euro ed ha validità per 60 minuti. Mediamente in Regione la tariffa è 1,40 euro per 70 minuti di durata con un costo orario di 1,22 euro.

L’abbonamento mensile ordinario nel 2005 a Rimini si pagava 22 euro contro i 28 odierni (in Emilia Romagna si è passati da 23,10 a 30,4) mentre l’abbonamento annuale quindici anni fa costava 195 euro rispetto ai 256 del 2020 (in Regione è aumentato da 213 a 261 euro).

Complessivamente Rimini (così come Forlì, Cesena e Ravenna servite da Start Romagna e Amr), pur avendo le tariffe più contenute della Regione, spicca però per un costo orario del biglietto più elevato.

 

Notizie correlate
di Redazione   
di Simona Mulazzani   
VIDEO
di Icaro Sport   
FOTO