Indietro
menu
scomparsa nei giorni scorsi

Rimini Autismo ricorda il grande cuore di Pasqualina Pala

In foto: Pasqualina Pala
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 21 lug 2020 13:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una persona importante nel cammino dell’associazione Rimini Autismo che ricorda con grande affetto la misanese Pasqualina Pala, recentemente scomparsa. Forte il suo impegno per sostenere le iniziative dell’associazione, con grande sensibilità e slancio.

 

La nota

Storica bagnina e presidentessa della Cooperativa Bagnini di Misano Adriatico, per l’Associazione fu un’amica dal cuore grande e sincero, dotata di una enorme e preziosa sensibilità. Non c’era difficoltà pratica che la fermasse se decideva di spendersi per aiutare chi aveva dei problemi. Pasqualina fu sempre la prima ad iscriversi con entusiasmo a tutte le giornate informative del progetto Autism Friendly Beach organizzate nei vari anni dall’Associazione sul territorio per diffondere la cultura sull’autismo e rendere le strutture ricettive della Riviera più accoglienti per le famiglie con autismo. In ogni caso, comunque, Pasqualina Pala quell’ospitalità l’ha sempre offerta e declinata in tutti modi possibili alle tante persone con difficoltà che le si sono presentate lungo tutto il cammino della sua vita, perché questo era un tratto distintivo del suo carattere. Il suo esserci per tutti, i suoi ideali e il suo impegno per il bene comune sono stati una scuola per chiunque l’ha conosciuta ma soprattutto per i suoi figli che da lei hanno ricevuto e fatto fruttare queste sue stesse qualità umane. Il figlio di Pasqualina, Valerio Bertuccioli, che nel 2009 era Assessore alle politiche sociali del Comune di Misano, per primo, infatti, raccolse il grido di una mamma dell’Associazione Rimini Autismo che denunciava la mancanza nella zona Sud della Provincia di Rimini di strutture idonee e specializzate per l’accoglienza dell’autismo, e concretamente e senza indugio alcuno a quel grido rispose con l’offerta di Villa Del Bianco di Misano Adriatico. Tutt’ora la struttura viene utilizzata per vari progetti dell’Associazione e il bene costruito in questi 10 anni è stato tanto. Grazie a lui e a Pasqualina. Chi è come loro non morirà mai nel cuore delle famiglie che hanno figli con autismo“.

Notizie correlate
Sui vissuti difficili

Confrontarsi senza incartarsi

di Andrea Turchini