Indietro
menu
minori ancora protagonisti

Riccione, weekend di arresti, denunce e sanzioni

In foto: i carabinieri durante alcuni controlli nel centro di Riccione
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 6 lug 2020 17:38 ~ ultimo agg. 7 lug 08:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il primo weekend di luglio si è rivelato alquanto impegnativo per i carabinieri di Riccione, impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio con l’ausilio delle unità antidroga del Nucleo Cinofili di Bologna. Arresti, denunce e sanzioni per inosservanza delle norme anticontagio: c’è un po’ di tutto nel resoconto dei militari. Che hanno concentrato le loro attenzioni in bar, sale giochi e altri punti di ritrovo della movida dei più giovani, protagonisti nelle scorse settimane di una serie di episodi molesti in centro.

Proprio una ragazza appena 18enne, residente nel milanese, domenica sera è stata arrestata dopo aver rubato uno scooter all’esterno di un locale sul lungomare. Mentre i carabinieri la stavano accompagnando in caserma per gli accertamenti di rito, la giovane ha iniziato a colpire con ripetuti calci la portiera della vettura di servizio fino a piegarla, poi si è scagliata contro un militare intervenuto per calmarla. Calci e manate sono costati al carabinieri il ricorso alle cure ospedaliere. Alla fine per la 18enne sono scattate le manette per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato, furto e ricettazione.

Altri furti di cellulari e borse sono stati messi a segno sempre nel weekend da altri giovani, tra i quali figura addirittura un 16enne marocchino, residente a Rimini, bloccato e condotto in caserma dai militari del Nucleo operativo radiomobile, diretto dal tenente Maurizio Guadalupi. La refurtiva è stata riconsegnata ai legittimi proprietari. Denunciato un altro minore, un 17enne nato a Rimini e residente a Riccione, accusato di aver ceduto ad una coetanea un piccolo quantitativo di marijuana, che ha costretto la ragazzina in ospedale dopo per un malore. La 17enne è stata dimessa dopo una serie di accertamenti, mentre il riminese è stato trovato in possesso di altre quattro dosi di erba, tutte sequestrate. Durante i controlli dei carabinieri, altri sei giovani sono stati sorpresi con modici quantitativi di droga: alcuni grammi di cocaina, hashish e marijuana. Per tutti è scattata la segnalazione in prefettura come assuntori. Altri sei gli stranieri – tutti con alle spalle piccoli precedenti, rintracciati dopo aver infastidito passanti con richieste di elemosina o vendita di bracciali e collane. Nei loro confronti è stata richiesta l’applicazione del foglio di via.

Infine, nell’ambito dei controlli nelle strutture ricettive, un riccionese che gestisce un bed and breakfast nella Perla Verde, è stato sanzionato per non aver segnalato all’autorità di pubblica sicurezza la presenza di un minore che alloggiava nella sua struttura insieme ad altri amici. I carabinieri hanno appurato anche che i cinque amici dormivano all’interno di un’unica stanza, tutti ammassati. Per questo motivo ognuno di loro ha ricevuto un verbale da 400 euro.

Notizie correlate
di Redazione