Indietro
menu
Cambia l'accessibilità

Ok in consiglio alla "Città della Fiera": nuovo padiglione e più parcheggi

In foto: la fiera di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 17 lug 2020 12:33 ~ ultimo agg. 14:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con 19 voti favorevoli, 9 astensioni e nessun voto contrario il Consiglio Comunale ha dato il via libera alla proposta di Accordo Territoriale da sottoporre alla Provincia di Rimini per il progetto “Città della Fiera – Rimini”. Si tratta di un intervento che oltre ad accogliere il progetto presentato da Italian Exhibition Group per il potenziamento del polo fieristico, con le conseguenti ricadute economiche sul territorio, consentirà di mettere mano all’accessibilità dell’intera area. Nel dettaglio è prevista la realizzazione di un nuovo padiglione che potrà raggiungere la superficie massima di 30 mila metri quadrati, realizzato in modo tale da essere indipendente dall’attuale struttura e adatta ad ospitare una pluralità di funzioni. Si amplia anche la dotazione dei parcheggi: una parte sarà distribuita sul confine nord andando incontro anche alle esigenze dei residenti (via Turchetta), l’altra parte sarà invece fuori dall’ambito del polo funzionale della fiera, a mare della Statale 16. Saranno aree di attestamento a servizio oltre che del polo fieristico anche della zona di Viserba e Rivabella, nella prospettiva di incentivare le modalità di interscambio tra auto privata e forme di mobilità sostenibile.

Per migliorare l’accessibilità al polo fieristico sarà inoltre realizzata una nuova rotatoria sulla SS 16, oltre ad opere di connessione ciclopedonali tra Fiera, città e nuovo Parco del Mare. Un percorso che si svilupperà attraverso la realizzazione di un sottopasso sulla SS16 e sfruttando il tracciato del canale Turchetta ed il sottopasso esistente in corrispondenza della ferrovia.

Si tratta prima di tutto di un accordo che va a sostenere le sfide che Ieg e il tessuto economico della città dovranno affrontare nell’immediato futuro – spiega l’assessore all’urbanistica Roberta FrisoniAnche per questo motivo vogliamo procedere in maniera celere per sostenere un progetto di sviluppo che può portare con sé un rilancio in chiave di occupazione e di ricaduta economica sul territorio, quanto mai urgente in questa particolare fase storica. A questo scopo abbiamo creato un team dedicato che si occuperà di presidiare il procedimento amministrativo, cercando di contrarre per quanto possibile i tempi consentendo anche di tradurre in concreto la serie di interventi previsti e che interessano l’accessibilità dell’area e più in generale i collegamenti dell’hub con i diversi ambiti urbani della città. Oltre al miglioramento del raccordo con l’A14 e la realizzazione di una nuova rotatoria sulla Statale 16, questo progetto va ad intervenire sui collegamenti gomma e ferro, da una parte con il prolungamento del tracciato del Metromare, dall’altro attraverso una serie di interventi di potenziamento dei collegamenti ferroviari, nei tratti Rimini-Ravenna e Rimini-Bologna. Andremo quindi a interfacciarci con tutti i soggetti interessati, da Ferrovie alla Regione, per sfruttare al meglio la rete ferroviaria di collegamento all’hub”.

Il Consiglio comunale ha inoltre approvato due variazioni al bilancio: la prima (19 voti favorevoli, 8 contrari e 1 astenuto) legata all’assegnazione dei trasferimenti regionali (185 mila euro) per il progetto per il contrasto al digital divide e a favore della continuità didattica a seguito delle misure per il contenimento del contagio Covid19. La seconda (18 voti favorevoli e 8 contrari) relativa al finanziamento della realizzazione del parcheggio sul lungomare Spadazzi (220.000 euro), l’adeguamento della rotatoria Fellini (100.00000 euro) e gli interventi per l’infrastruttura verde urbana (320.000 euro) parte del progetto del Parco del Mare.

Infine è stata presentata la proposta di delibera sul “Regolamento sulla collaborazione tra cittadine, cittadini e amministrazione comunale per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani”, avanzata dal consigliere Gianfreda. La discussione e il voto sono stati rimandati alla prossima seduta.

Notizie correlate
di Redazione   
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Andrea Polazzi   
VIDEO