Indietro
menu
le precisazioni

Energia Wind 2020 sul parco eolico. Servirà solo 1,4 kmq

In foto: la carta del progetto
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 17 giu 2020 12:12 ~ ultimo agg. 18 giu 10:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Al dibattito sorto negli ultimi giorni sul parco eolico che potrebbe sorgere al largo della costa riminese si aggiunge la voce della società bresciana Energia Wind 2020 che ha fatto richiesta di concessione (l’istanza è consultabile sui sito della Capitaneria di porto). L’azienda spiega che la richiesta, per una durata trentennale, è stata presentata al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il 30 marzo per uno specchio d’acqua all’interno di un’area marina di 114 chilometri quadrati. Il parco riguarderebbe solo una porzione di circa 1,4 km quadrati che “sarà individuata – spiega l’azienda in una nota firmata dall’amministratore unico Riccardo Ducoliuna volta condiviso con le parti il layout ottimale e quindi il definitivo collocamento del parco nella macroarea preliminare“. Si tratta di circa 1,2% dell’intera area individuata.

Energia Wind specifica anche che le varie soluzioni avanzate non prevedono uno spazio marino chiuso in prossimità degli aerogeneratori ma che sarà possibile l’attraversamento tra una pala e l’altra di imbarcazioni di diporto e pesca, ma anche lo svolgimento della pesca stessa negli specchi d’acqua compresi tra i 3 archi in cui saranno disposti gli aerogeneratori.

Ne sono previsti 59, per un’altezza di circa 206 metri l’uno disposti a 12 miglia nautiche dalla costa.

Uno stralcio della richiesta depositata: 

È stata presentata al competente Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti da parte della Società ENERGIA Wind 2020 s.r.l. in data 30 marzo 2020 domanda per concessione trentennale di uno specchio acqueo all’interno di area marina di km² 114 sita nel Mare Adriatico, nel tratto di mare di competenza della Capitaneria di porto di Rimini, antistante i Comuni di Rimini, Riccione, Misano Adriatico e Cattolica, ad una distanza dalla costa tra 5,4 (10 km. ca) e 12 miglia nautiche, per la realizzazione ed esercizio della centrale eolica offshore “Rimini” (330 mw) e opere connesse.

Opere principali previste:

  • n° 59 aerogeneratori di cui n° 58 di potenza nominale unitaria pari a 5,6 MVA e n° 1 di potenza nominale unitaria pari a 5,2 MVA, per una capacità complessiva di 330 MVA, installati su monopiloni cilindrici di 4,8 m di diametro, infissi per 35 metri al di sotto del fondale;
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO