Indietro
menu
La struttura per madri sole

Casa Sant'Anna chiude. L'appello di Azzurro Donna

In foto: dal sito di Casa Sant'Anna
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 27 giu 2020 15:50 ~ ultimo agg. 17:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con la chiusura annunciata di Casa Sant’Anna serve un impegno per le madri sole con i loro bambini. Lo afferma “Azzurro Donna”, associazione interna a Forza Italia, che auspica l’attivazione di un percorso in rete per garantire il servizio garantito fino a oggi dalla struttura. Senza dimenticare le educatrici rimaste senza lavoro.

Il commiato del CdA di Casa Sant’Anna


L’intervento di Azzurro Donna:

Si apprende nei giorni scorsi, con rammarico, la chiusura della struttura Casa Sant’Anna, struttura di Rivazzurra che dal 1990 è stata un rifugio per donne e bambini, madri in difficoltà che potessero trovare accoglienza e sostegno.
Si legge che i motivi della chiusura siano imputabili a ragioni prettamente economiche e gestionali, ma nel 2020 ci sono ancora tante donne o ragazze, vittime o meno di violenza, che hanno necessità di potersi confrontare con persone preparate e capaci che sappiano ascoltarle e consigliarle stando vicino anche ai loro bambini.
Ora la struttura ospita 4 madri con 4 bambini e sono cinque le educatrici che vi operano.
Il movimento di Azzurro Donna della Provincia di Rimini sostiene fortemente tutte le forme di collaborazione con le donne sul territorio e siamo consapevoli, soprattutto alla luce del momento appena vissuto ed ancora in itinere, quanto sia importante sul territorio qualsiasi forma di collaborazione per il sostegno al mondo femminile.
Con questo pensiero si vuole sostenere Casa Sant’Anna e rivolgerci in particolare a tutte le Istituzioni chiedendo alle stesse di aiutarla e magari costruire un percorso in rete con altre strutture del territorio abbassando i costi di gestione ed aiutandosi reciprocamente attraverso esperti del settore e magari ampliando anche la loro offerta dedicata alle donne, ora le madri con i loro bambini dovranno essere ricollocate dopo aver creato un rapporto di fiducia con le educatrici che anch’esse si troveranno senza lavoro.

Azzurro Donna si vuole mettere a disposizione del territorio, al fianco delle Donne, in piena sintonia con il tessuto provinciale, auspicando che il tema venga affrontato sui tavoli competenti.

Monia Guidi
Responsabile Azzurro Donna Provincia di Rimini

Altre notizie
di Simona Mulazzani
di Simona Mulazzani
Interventi del doc Garulli e della sua equipe

La chirurgia riminese eccellenza internazionale

di Redazione
Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO
Un paese giovane

Ritorno dal Senegal

di Andrea Turchini