Indietro
menu
doppia verifica

La Cri misura la febbre a chi entra all'Officina Locomotive

In foto: la misurazione della temperatura
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 15 mag 2020 19:08 ~ ultimo agg. 16 mag 11:46
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ha risposto positivamente alla richiesta di Trenitalia e così il Comitato di Rimini della Croce Rossa Italiana ha avviato un servizio di misurazione della temperatura corporea, con termoscanner, a chi deve accedere alla sede riminese dell’Officina Manutenzione Ciclica Locomotive (OMCL).

La prestazione è rivolta non solo ai dipendenti, i quali si sottopongono alla rilevazione prima dell’inizio del loro turno di lavoro, ma anche ai fornitori e ai visitatori.

Alla persona con temperatura corporea maggiore o uguale a 37,5°C viene effettuata una seconda misurazione che, ove confermi la prima, non consente l’accesso all’impianto e viene segnalata al personale di Trenitalia. Nel caso di seconda misurazione Croce Rossa ha previsto che venga anche eseguita una ulteriore verifica mediante il pulsossimetro  (saturimetro) che permette di valutare la saturazione di ossigeno nel sangue.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi