Indietro
menu
#dipendedame

Il medico della terapia intensiva: se si fanno errori, prossima estate sarà nel 2021

In foto: il dottor Gian Matteo Pedrazzi della terapia intensiva dell'Infermi
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 3 mag 2020 12:36 ~ ultimo agg. 4 mag 12:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Alla vigilia della Fase 2, continuano ad arrivare appelli da parte di chi in questi due mesi ha combattuto in prima linea contro il coronavirus. Gian Matteo Pedrazzi, medico della terapia intensiva di Rimini, in un video postato su facebook spiega che “il virus è ancora tra noi e bisogna portare rispetto per chi è ancora ricoverato e per il personale medico”. “La fase uno – ricorda – è stata difficilissima ma la fase due sarà altrettanto difficile. Potremo toccare a malapena la nostra libertà ma non potendo goderla appieno“. Il dottor Pedrazzi si focalizza sulla prossima estate e ribadisce l’importanza di rispettare le regole e le misure necessarie ad evitare il contagio perché eventuali errori avrebbero gravi conseguenze. Tutto è legato al comportamento che si terrà nelle prossime settimane: “se si torna indietro – dice – la nostra prossima estate sarà quella del 2021“. E infine lancia un nuovo hashtag, #dipendedame, e chiude con un invito che è anche un augurio: “Tin bota e ci rivediamo al mare

#dipendedame #OspedaleInfermiRimini#estateRimini

Pubblicato da Macciup Picciu su Domenica 3 maggio 2020

 

Notizie correlate
Una questione delicata

Legge o coscienza?

di Andrea Turchini