Indietro
menu
La protesta in strada

Arriva la gru per l'antenna. Tensione a Viserba, lavori sospesi

In foto: i cittadini in strada
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 13 mag 2020 08:37 ~ ultimo agg. 14 mag 09:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La tensione a Viserba Monte è salita intorno alle 7.30 quando è arrivato il camion con il materiale per l’antenna di telefonia da 30 metri in via Baroni. Diversi cittadini sono scesi in strada urlando “vergogna”. All’impianto della compagnia Iliad, per quanto autorizzato, si contesta la vicinanza a case e altri luoghi sensibili.

 

Mentre si radunavano decine di persone (c’è anche chi si è simbolicamente incatenato a un albero). Sul posto è intervenuta prima la Polizia di Stato, poi anche Carabinieri e polizia Locale che hanno presidiato il tratto di strada. Intorno alle 9.20 si riaccende la tensione. Nonostante gli operai (loro malgrado bersaglio della rabbia dei cittadini) siano fermi, alcuni cittadini si mettono a fianco del tubo annunciando l’intenzione di opporsi fisicamente. Breve diverbio poi le forze dell’ordine riportano la calma. Il cantiere resta fermo, con il materiale in mezzo alla carreggiata. Sul posto anche i consiglieri Renzi e Erbetta, che insieme a Marcello hanno già portato la questione in Consiglio Comunale.

La situazione rientra nei ranghi e si raggiunge l’intesa di rimuovere il materiale e sospendere l’installazione. Alle 11.15 gli operai, con applauso dei presenti, cominciano la rimozione. Alle 12.15 il camion con la struttura lascia la via. In attesa di sviluppi su una vicenda che da questa mattina è ancora più spinosa.

La protesta contro l’installazione dell’antenna, su un terreno privato, aveva portato nei giorni scorsi già alla raccolta di circa 900 firme cartacee, oltre a diverse interrogazioni in consiglio comunale.