Indietro
menu
folle inseguimento

In contromano sulla via Emilia per sfuggire a un controllo anti-covid

In foto: controlli di Polizia
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 25 apr 2020 13:24 ~ ultimo agg. 17:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per sfuggire ad un controllo anti-covid da parte della polizia di Stato, ha percorso contromano e a folle velocità un tratto della via Emilia, sradicando la segnaletica stradale, prima di schiantarsi contro una rotonda. Protagonista dell’incredibile serie di infrazioni, un riminese di 35 anni, risultato positivo all’alcol test.

Alle prime luci dell’alba, un equipaggio della polizia di Stato ha deciso di fermare un’auto che viaggiava sulla via Emilia in direzione Santarcangelo. Con una manovra repentina, nonostante gli fosse stato intimato l’alt sia con i dispositivi di segnalazione luminosa che quelli manuali, il 35enne alla guida si è immesso nel parcheggio del commerciale I Malatesta per eludere il controllo.

Salendo su un marciapiede, ha sradicato un palo della segnaletica, per poi immettersi nuovamente in via Emilia, percorrendola in contromano in direzione centro città, il tutto ad una velocità che ha raggiunto i 140 km/h. Giunto all’altezza dell’incrocio con via Capelli, dopo aver perso il controllo del veicolo, è andato a schiantarsi contro la rotatoria, facendo sollevare da terra la macchina per farla poi atterrare dalla parte opposta della carreggiata, mentre sopraggiungeva un’altra pattuglia della polizia, accorsa in ausilio dei colleghi. E’ stato solo grazie all’abilità dell’agente alla guida se si è evitato un frontale che avrebbe potuto avere tragiche conseguenze. Noncurante del fatto che dopo il violento impatto con la rotatoria la sua macchina avesse tutti e quattro i pneumatici squarciati, il 35enne ha continuato la sua fuga sui cerchi ormai privi di gomme per alcuni metri fino a quando la vettura si è spenta.

A quel punto l’uomo ha provato a scappare a piedi, ma è stato immediatamente bloccato dagli agenti e identificato. All’esito dei controlli, è risultato positivo all’alcol test con un valore di 0,74 gr./l, per cui date le tante violazioni commesse e non essendo nuovo a fatti simili, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e sanzionato per danneggiamento della segnaletica, eccesso di velocità, guida contromano e guida in stato di ebrezza. Una violazione, quest’ultima, a cui seguirà la sospensione della patente da 3 a 6 mesi. La successiva giustificazione (“Ho accompagnato la mia compagna in ospedale e l’ho aspettata in macchina fino alle cinque del mattino”) non gli ha evitato neppure la multa da 533 euro per inosservanza delle norme anti-covid.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO
di Andrea Polazzi