Indietro
menu
verso un esame solo orale

Il rientro in classe si allontana. L'ammissione del ministro in tv

In foto: Fabio Fazio e il ministro Azzolina
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 5 apr 2020 22:37 ~ ultimo agg. 6 apr 16:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Probabilmente non si tornerà a scuola entro la fine dell’anno. Se così fosse, l’esame di maturità sarebbe solo orale e sarebbero ammessi tutti gli studenti, anche quelli che nel primo quadrimestre hanno avuto debiti. L’ammissione però non significa promozione.

E’ questo in estrema sintesi il pensiero del ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, intervenuta questa sera alla trasmissione di Fabio Fazio “Che tempo che fa”. Si va quindi verso il non ritorno in classe. Il ministro ha precisato che “nessun rischio” verrà fatto correre agli studenti e che prima di prendere ogni decisione sarà decisivo il parere degli scienziati. Incalzata da Fazio, ha fatto capire che il ritorno a scuola in tempo per la fine dell’anno è improbabile.

Due gli scenari previsti per garantire un esame di Stato serio: “La prima ipotesi, se si torna entro il 18 maggio – ha dichiarato l’Azzolina – è un esame con commissione interna e presidente esterno, con seconda prova preparata dalla commissione interna, perché dobbiamo garantire prove aderenti al percorso. Se non si tornasse a scuola, ci sarebbe solo la prova orale”. Invece sulla terza media ha spiegato che gli studenti dovranno “presentare un elaborato e ci sarà lo scrutinio finale”, sempre se non torneranno in classe entro il 18 maggio.

Il video da Raiplay

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna