Indietro
menu
Negli spazi per il Covid-19

Il sindaco Tosi in visita al Ceccarini: "Grazie a chi si sta battendo per i cittadini"

In foto: foto di gruppo al Ceccarini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 31 mar 2020 09:20 ~ ultimo agg. 09:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Lunedì il sindaco di Riccione Renata Tosi ha visitato l’Ospedale Ceccarini portando un segno di vicinanza a tutti, medici, infermieri e operatori Oss che in questo momento stanno affrontando uno sforzo eccezionale sia in termini organizzativi che operativi per la cura dei malati Covid-19. A invitarla è stato il direttore sanitario dell’Ospedale Ceccarini di Riccione, la dottoressa Bianca Caruso.

Ha detto il sindaco: “Ho colto l’invito della dottoressa Caruso con molto piacere perché è importante testimoniare la nostra gratitudine a chi si sta battendo per la salute dei cittadini, con senso di sacrificio oltre ogni immaginazione. Volevo manifestare loro la nostra comprensione, la nostra amicizia e vicinanza, dimostrando con coraggio e orgoglio che la città c’è”.

Il sindaco accompagnato dalla direttrice sanitaria ha visitato il Pronto Soccorso del Ceccarini dove sono state organizzate due diverse corsie per permettere un accesso ai servizi ospedalieri separato ai pazienti Covid-19 dagli altri utenti. I reparti di Medicina, di Oculistica e di Ortopedia presso l’Ospedale Ceccarini sono stati trasformati in reparti Covid-19 dove attualmente sono in degenza pazienti con sintomi che non richiedono il ricovero in Terapia Intensiva, che nel caso invece vengono trasferiti agli Infermi di Rimini. Resta operativa al Ceccarini infatti l’Intensiva per i malati non affetti da Covid-19.

“La sensazione generale è che la situazione, grazie alle misure di contenimento rigide, stia migliorando – ha commentato il sindaco Tosi – nonostante rimanga la preoccupazione per la mancanza di presidi. Tutti i medici e ancora più infermieri e personale di assistenza sanitaria ausiliare, si stanno sottoponendo a turni massacranti per darsi il cambio soprattutto per le notti nei reparti Covid”.

Due i chirurghi del Ceccarini si sono ammalati e sostituiti da colleghi provenienti dalle strutture di Forlì. “Vorrei esprimere il nostro grazie, il grazie della nostra comunità ai medici e a tutti questi professionisti che rischiano per noi anche la salute. Non bastano più le parole, oggi, per dimostrare la nostra gratitudine nei loro confronti. Sono sicura che nessuno di noi riccionesi, quando l’emergenza sarà finita dimenticherà il loro impegno e quando sarà finalmente possibile la nostra comunità saprà rendere merito e riconoscimento al lavoro svolto”.

“Grazie al Sindaco per la gradita visita al Ceccarini. Grazie soprattutto per il supporto fondamentale della Città di Riccione in questi difficili momenti. Ce la faremo anzi in Romagnolo #ailafasem”. Ha scritto su Facebook pubblicando la foto della visita il dottor Andrea Lucchi.

Notizie correlate
le manifestazioni di cordoglio

Morto l'imprenditore Luigi Valentini

di Redazione   
di Redazione