Indietro
menu
I controlli della Polizia

Alla ricerca del "vista mare". Nuove denunce per mancato rispetto del DPCM

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 15 mar 2020 12:54 ~ ultimo agg. 16 mar 09:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tra il pomeriggio di ieri e la notte la Polizia di Stato di Rimini ha denunciato altre quattro persone nell’ambito dei controlli sul rispetto delle disposizioni anti coronavirus. Un 59enne di Forlì fermato in auto sul lungomare ha ammesso di essere arrivato fino a Rimini per controllare se fossero davvero effettive tutte le restrizioni di cui aveva sentito parlare.

Una 62enne residente in provincia di Terni ha prima cercato di giustificarsi parlando di motivi sanitari, poi ha ammesso che, dovendo spostarsi in un albergo per problemi con l’energia elettrica a casa, voleva trasferirsi in un albergo sul mare.

Due 46enni, originari del milanese e del palermitano residenti a Marebello, sono stati fermati all’1.35 in piazzale Tripoli all’altezza di piazzale Marvelli. Dopo alcune scuse confuse, hanno detto di essere diretti al Pronto Soccorso perché uno di loro aveva un forte dolore all’addome e sospettava un’appendicite. Ma la loro auto era diretta dalla parte opposta a quella dell’ospedale. Oltre alla denuncia per il mancato rispetto del decreto 650, per loro è scattata anche la denuncia per avere dichiarato il falso.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
di Redazione
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Lamberto Abbati   
di Roberto Bonfantini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna