Indietro
menu
Con le unità cinofile

Controlli della Polizia Locale nelle aree "vulnerabili" di Rimini

In foto: i controlli
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 21 feb 2020 17:00 ~ ultimo agg. 17:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è conclusa giovedì una vasta operazione per il controllo del territorio condotta dalla Polizia Locale di Rimini. L’intervento ha coinvolto le quattro unità cinofile dei vigili e 21 uomini e donne in divisa e in abiti civili. L’operazione fa seguito ad alcuni esposti e  segnalazioni giunte in comando, per controllare le aree sensibili della città, con particolare riferimento al centro urbano. Un intervento trasversale, che fa parte dei servizi periodici di controllo condotti dalla Polizia Locale, con attività specifiche, a cui ha partecipato anche la squadra annonaria per il controllo delle attività commerciali.

Iniziata nel primo pomeriggio di ieri, verso le ore 15,30, l’operazione dei vigili è andata avanti fino a sera e si è conclusa oltre le ore 20. Nel mirino degli agenti soprattutto le zone segnalate con maggiore degrado e presenze anomale, segnalate dai cittadini residenti e oggetto di precedenti azioni di controllo da parte delle pattuglie di Polizia Locale. Le operazioni si sono concentrate soprattutto nell’area della Stazione ferroviaria e del Metromare, in alcune vie del Borgo Marina, nei capanni sul fiume Marecchia, nelle aree attigue alla banchine del porto canale e anche a San Giuliano, nella zona compresa tra via Sinistra del Porto e la sponda destra del Fiume Marecchia, dove è stato ispezionato, con l’intervento dei cani poliziotto, l’Hotel delle Nazioni in via Ortigara 37.

Durante l’operazione sono state controllate ed identificate 61 persone italiane e straniere. Nella zona del porto canale è intervento anche il personale del 118, chiamato dagli agenti, per soccorrere una persona le cui condizioni fisiche apparivano critiche. Dai controlli amministrativi è emerso un acconciatore abusivo di nazionalità marocchina, sul quale attualmente sono corso accertamenti.

Commenta l’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad: “Ci stiamo concentrando con azioni mirate su tutte quelle situazioni di degrado che conosciamo e che sono oggetto di segnalazioni da parte dei residenti. Come accade spesso in tutte le grandi città, ci sono zone più vulnerabili, per questo vengono organizzate queste operazioni che, intervenendo su larga scala, puntano alla prevenzione e al monitoraggio capillare, per garantire la massima sicurezza ai cittadini. Il contrasto alle situazioni di degrado, da tempo è al centro dell’attenzione dell’Amministrazione comunale, che sta investendo, ad esempio nell’area della stazione, risorse e progettualità in sinergia con la Regione e gli enti competenti, per dare la giusta valorizzazione ad una delle porte di accesso della città e per rendere più moderno e funzionale uno snodo strategico della nostra mobilità. Voglio ringraziare tutte le donne e gli uomini della Polizia Locale perché con azioni imponenti come quella di ieri, in cui sono intervenute tutte le unità cinofile e oltre 20 agenti, si riesce a dare una risposa concreta alle richieste dei cittadini e si contribuisce a creare un clima di sicurezza tra i residenti.”

Notizie correlate