Indietro
menu
Verso il voto

Metromare. Pontis (Lega): vecchi bus travestiti, niente lezioni dal Pd

In foto: Veronica Pontis
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 15 gen 2020 12:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche il Metromare torna ad irrompere nella campagna elettorale per le Regionali. Veronica Pontis, candidata della Lega, attacca il PD. “Noi abbiamo le idee assolutamente chiare – scrive – e non accettiamo lezioni da chi ha inaugurato in pompa magna un’opera progettata 20 anni fa e che nel 2020 vede percorrere il tratto Rimini-Riccione da vecchi autobus travestiti e fortemente inquinanti. Alla faccia della mobilità sostenibile e dei 100 milioni di euro di soldi pubblici, cioè nostri. Le sole livree ci sono costate circa 80mila euro, quindi da chi i soldi pubblici li sperpera solo per inaugurare l’opera a ridosso delle elezioni non prendiamo lezioni.” La Pontis richiama anche le vicende di Aeradria imputando al Pd “una qualche responsabilità nel suo fallimento di Aeradria“. “Senza dimenticare – prosegue – il necessario potenziamento dei collegamenti ferroviari con il Ravennate. Ben vengano collegamenti veloci, innovativi e soprattutto in sicurezza ma con intelligenza e con una visione strategica. Apprendiamo da un candidato del Pd che Cattolica finisce all’Acquario. E il resto del territorio? Noi siamo favorevoli ad un collegamento fino a Cattolica del Metromare ma con un progetto nuovo, non certo di 20 anni fa. Dimenticavo però che la politica del Pd è da sempre fatta di cittadini di serie A e da altri di serie B.”

Notizie correlate
di Redazione