Indietro
venerdì 10 aprile 2020
menu
meteoroby

L'autunno meteorologico: il quarto più caldo dal 1950

In foto: rrepertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 6 dic 2019 08:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le valutazioni sul clima dell’ultimo periodo del 2019 di Roberto Nanni, Tecnico Meteorologo Ampro

“ Mala tempora currunt “ ci si appellava quando il raccolto non era buono a causa di un mese o più di magra, basta accostare l’idioma latino al trimestre autunnale e ci accorgiamo non solo che siamo in ritardo di un mese sulle brinate rispetto agli anni 61-90, ma che in merito all’andamento climatico romagnolo c’è poco da star allegri. Con il primo Dicembre si chiude un Autunno meteorologico che in Romagna si piazza al quarto posto più caldo di sempre dal 1950 con un anomalia di + 1,8 °Caddirittura al primo posto per la nostra provincia a pari merito con il 2014 registrando un anomalia di ben + 2,2 °C. Di questo ha contribuito sicuramente il caldo mese di Ottobre a mantenere un andamento così non lineare si chiederanno in molti, in realtà il solo umido mese di Novembre caratterizzato da insistenti apporti atlantici chiude con un anomalia di ben + 2,7 °C in Romagna e + 3,4 °C su Riminipiazzandosi come terzo più caldo di sempre. Quello che non deve stupire sono gli apporti pluviometrici che rientrano nella “ normalità “ trimestrale o quasi ( Settembre ed Ottobre poco piovosi ) ed i quali non hanno un trend climatico così confidenziale come lo rivelano le temperature, ma per merito del solo mese novembrino che fa lievitare il surplus di + 103 % in Romagna, + 75 % sul riminese con 149 mm, comprendiamo di quanto e come sono cambiate le precipitazioni rispetto ai decenni passati, con eventi sempre più puntuali, intensi ed abbondanti alternati a periodi prolungati di siccità. Se i Novembri più piovosi per la nostra provincia furono il 2005, il 1999, il 1991, 1980, 1979, il 1958 tutti sopra o quasi ai 200 mm. di accumulo mensile al contrario ne ricordiamo particolarmente uno; quello del 2011 che con soli 3,6 mm ed un deficit di – 96 % lo vede al primo posto dal 1958 come più siccitoso di sempre.

Si ringrazia il vice presidente Ampro Pierluigi Randi e Michele Baccaro per i dati forniti

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna