sabato 18 gennaio 2020
menu
La cerimonia il 21 dicembre

Alla famiglia Marchi l'Arcangelo d'Oro 2019

In foto: Alfonso Marchi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 14 dic 2019 17:30
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Va alla famiglia Marchi l’Arcangelo d’Oro 2019, il riconoscimento che l’Amministrazione comunale di Santarcangelo attribuisce a cittadini e personalità illustri e meritevoli. A consegnarlo il 21 dicembre a partire dalle 11, la sindaca Alice Parma nel corso del tradizionale saluto di fine anno nella sala consiliare “Maria Cristina Garattoni”.

Nel corso della cerimonia verranno consegnate anche benemerenze e menzioni speciali dell’Amministrazione comunale, la tessera di socio onorario 2019 della Pro Loco di Santarcangelo e le borse di studio in memoria di Caterina Gambuti.

Queste le motivazioni che hanno portato all’attribuzione dell’Arcangelo d’Oro alla famiglia Marchi:
– per il ruolo di custodi della tradizione secolare della stampa a ruggine su tela, patrimonio culturale della Romagna, portata avanti dal 1633 con l’ausilio dell’antico mangano;
– per la disponibilità nell’aprire la bottega e il laboratorio artigiano a santarcangiolesi e visitatori, apportando un rilevante contributo allo sviluppo dell’offerta turistica locale;
– per la partecipazione alla vita cittadina attraverso forti legami con la collettività, la comunità artistica e culturale, fino a diventare una parte imprescindibile della storia santarcangiolese.

L’artigianato della famiglia Marchi ha contribuito a portare il nome di Santarcangelo in tutto il mondo grazie all’arte del saper fare – dichiara la sindaca Alice Parmacontinuando una tradizione secolare in un’epoca in cui tutto viaggia sempre più velocemente. Il fatto che l’Antica Stamperia dia lavoro a una famiglia intera è una dimostrazione chiara che l’artigianato di eccellenza può e deve recitare un ruolo di primo piano nell’economia locale e italiana in generale, oggi come nel futuro. Il Rapporto sull’economia di Santarcangelo presentato lo scorso anno è stato chiaro da questo punto di vista – conclude la sindaca – indicando la strada di un lavoro di valorizzazione e sostegno che abbiamo già cominciato con l’istituzione dell’Albo delle botteghe storiche, nato anche grazie all’interessamento e allo stimolo della famiglia Marchi”.

Alcuni dettagli

Antica Stamperia Artigiana Marchi (dal sito ufficiale) – Nella Stamperia Marchi si conserva, come in uno scrigno, l’intero patrimonio decorativo della Romagna, vivo tuttora nelle tele stampate a ruggine e tanto decantate dal poeta Aldo Spallicci, grande estimatore di questa bottega, come amico del bisnonno Sante Pracucci, da tutti chiamato “il Tintore”. Nella stamperia si trova, fin dal 1633, l’antico Mangano, utilizzato per stirare (dare il lustro) gli antichi tessuti di canapa e cotone, poi decorati con stampi di legno intagliati a mano. Dopo la stampa il tessuto viene passato al fissaggio del colore, che lo rende indelebile e resistente per lungo tempo al bucato. Una tela stampata a ruggine è oggi più che mai la testimonianza della continuità della tradizione più vera della Romagna.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna