Indietro
menu
Nell'accordo Ryanair

Volo per Vienna, stimati 10.000 arrivi. E spunta Bruxelles

In foto: il Fellini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 24 ott 2019 15:10 ~ ultimo agg. 16:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.304
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’AD Corbucci di AiRiminum e l’assessore regionale Corsini esprimono soddisfazione per la novità del collegamento Rimini-Vienna al Fellini con la Lauda, compagnia low fare austriaca del gruppo Ryanair (vedi notizia). Un collegamento importante sia per l’incoming per l’outgoing, spiega Corbucci. E intanto l’assessore Corsini cita anche il collegamento con Bruxelles, che sul sito della Ryanair compare tra le mete raggiungibili da Rimini ma senza altre informazioni nè, al momento, conferme ufficiali da parte della stessa AiRiminum.

Questo nuovo collegamento con Vienna conferma l’importanza strategica per il territorio romagnolo dell’accordo dell’aeroporto Fellini con Ryanair fino al 2024”, dichiara soddisfatto Leonardo Corbucci AD di AIRiminum2014, che prosegue  “accordo che ancora deve dispiegare tutte le sue enormi potenzialità, basti osservare come sia cresciuto in questi anni il grado di connessione internazionale dei territori di Bergamo, Bari e Brindisi, della vicina Bologna e i loro flussi turistici, proprio grazie a Ryanair. Anche in questa direzione sarà fondamentale il bando di promo-commercializzazione che la Regione Emilia Romagna ha pianificato per i prossimi anni per l’aeroporto di Rimini. Vienna poi, oltre a collegarci ad un mercato quello austriaco molto gradito dai nostri operatori (si stimano circa 10 mila arrivi) è una meta turistica prestigiosa e che siamo sicuri sarà accolta con favore anche dai romagnoli che avranno la possibilità, dopo Budapest, Londra e Varsavia, di poter trascorrere i loro week end in un’altra importante capitale europea”

 “L’internazionalizzazione è il principale obiettivo delle politiche turistiche regionali e con l’aeroporto di Rimini stiamo lavorando in questa direzione”, spiega l’assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini. “Le due mete europee, Vienna e Bruxelles, che si aggiungono ai voli già esistenti rappresentano un traguardo molto importante, che contribuisce ad accrescere l’attrattività della nostra Riviera. E proprio in questa prospettiva, potrebbero non essere l’unica e l’ultima novità in cantiere per la prossima stagione estiva.  A questo proposito ricordo l’impegno della Regione che, attraverso Apt, sta per avviare un bando da un milione di euro che, per i prossimi 4 anni, avrà l’obiettivo di sostenere le compagnie aeree che decideranno di attivare nuove rotte su Rimini”.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.