lunedì 18 novembre 2019
menu
Tema 2019 "immagimare"

La rassegna "ad alta voce" per la prima volta a Rimini. Dal 18 al 20 ottobre

In foto: Locandina della rassegna
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
gio 17 ott 2019 15:49
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Print Friendly, PDF & Email

Inizia venerdì 18 ottobre “Ad alta voce” per la prima volta a Rimini con la collaborazione delle istituzioni e delle associazioni locali. La kermesse culturale anima ogni anno una città italiana differente: un appuntamento in luoghi simbolo e spazi urbani che diventano posti speciali in cui incontrarsi e confrontarsi con le voci e i pensieri degli autori contemporanei. Il festival ha coinvolto dal 2001 ad oggi oltre 700 tra artisti, scrittori, giornalisti, scienziati e protagonisti della società civile, e approda quest’anno a Rimini, città di mare dai molteplici orizzonti. Dal 18 al 20 ottobre, sette appuntamenti gratuiti, sotto la guida del regista Riccardo Marchesini, vedono protagonisti personaggi del mondo della cultura, della società e della scienza dialogare su temi quali l’immaginazione, i sogni, il futuro, il mare e i suoi orizzonti. Protagonisti tra cui Salvatore Aranzulla, Luca Bottura, Guido Catalano, Cristina Donà, Gabriella Greison, Stefano Massini, Marco Missiroli e Amanda Sandrelli animeranno luoghi simbolo della vita cittadina come il Teatro Amintore Galli, l’Antica Pescheria, il Cinema Fulgor e ancora la Cappella Petrangolini e il Rockisland.

Il tema di “Ad alta voce” 2019 – “ImmagiMare. Parole per svelare orizzonti” è il tema della 19esima edizione di “Ad alta voce”, e non è casuale la scelta di Rimini, emblema di una città che, considerata da tutti il “cuore della Romagna”, ha fatto dell’accoglienza una delle sue principali caratteristiche, proponendosi oggi come un ponte tra l’Adriatico e il mondo e come una fabbrica di idee, in un movimento continuo tra tradizione e innovazione, tra futuro e memoria. La diciannovesima edizione di Ad alta voce parte da qui: dall’immagine del mare per trovare “Parole per svelare orizzonti”, perché solo con la cultura e il sapere è possibile andare alla ricerca di nuovi immaginari collettivi.

Il programma in breve

Si parte venerdì 18 alle ore 19 al Teatro Amintore Galli, dove in Sala Ressi si terrà l’appuntamento “La città immaginata: segni e sogni – Le parole che generano la realtà”. Dopo i saluti istituzionali e di Coop Alleanza 3.0, sul palco saliranno il giornalista Luca Bottura e la creativa pubblicitaria Annamaria Testa che dialogheranno con la giornalista Loredana Lipperini., con accompagnamento musicale a cura del Quartetto Eos. A seguire, all’Antica Pescheria si terrà “Degustare il territorio”, con assaggi di prodotti locali e della gamma di eccellenza Fior fiore Coop, ed interviste ai produttori fatte dal comico e presentatore Vito.

Sabato 19 alle 10 “Ad alta voce” farà tappa al Cinema Fulgor per l’appuntamento a forte carattere scientifico “La scienza che verrà – Viaggio nel futuro della scienza”. Il fisici e divulgatori scientifici Gabriella Greison e Guido Tonelli, e il matematico Piergiorgio Odifreddi dialogheranno con il divulgatore scientifico e ricercatore Andrea Grignolio. L’accompagnamento musicale sarà curato da Andrea Alessi.

Sabato 19 alle 12, sempre al Cinema Fulgor, si prosegue con “Immmaginaria – Immaginario…al femminile” in cui la scrittrice Silvia Ballestra e la filosofa Michela Marzano si confronteranno sulle tematiche di genere con la saggista Anna Stefi, con accompagnamento musicale a cura di Andrea Alessi.

Sabato 19 alle 15.30 (e in replica alle 16.15) alla Cappella Petrangolini lo scrittore Marco Belpoliti, presenta il “paesologo” Franco Arminio, la poetessa e traduttrice di testi buddhisti Chandra Livia Candiani e l’ insegnante e scrittore Umberto Fiori, nel corso di “Acrobati delle parole – Giocare con i segni”. L’accompagnamento musicale sarà curato da Monica Micheli.

Sabato 19 alle 21 al RockIsland, il poeta Valerio Grutt presenterà “Musicammare – musica e parole senza frontiere” che vedrà il giornalista Pierfrancesco Pacoda in conversazione con artisti musicali come Maria Antonietta (al secolo Letizia Cesarini) e il gruppo indie La Rappresentante di Lista. Nel corso dell’appuntamento,spazio ai vincitori dell’edizione 2019 del premio letterario “Coop for words” e alle letture dell’attrice Tamara Balducci. Chiuderanno la serata le esibizioni di Maria Antonietta e della band La Rappresentante di Lista, oltre a un monologo del poeta Guido Catalano.

Domenica 20 alle 10.30 “Ad alta voce” torna al Cinema Fulgor con “Visionar* – Sognatori di futuro”. Protagonisti dell’appuntamento saranno il divulgatore informatico Salvatore Aranzulla, la disegnatrice di moda eco-sostenibile Giulia Brunetti e il geologo marino e imprenditore Fabio Zaffagnini che dialogheranno con il giornalista Tommaso Labate. L’accompagnamento musicale sarà curato dal gruppo STAG.

Domenica 20 alle 18 appuntamento al Teatro Amintore Galli con l’evento finale “Immagimare – Le parole che svelano orizzonti” in cui Elasti (al secolo Claudia De Lillo) presenterà gli scrittori Giorgio Fontana e Marco Missiroli, il romanziere e saggista Stefano Massini, e l’attrice Amanda Sandrelli. L’accompagnamento musicale sarà curato dal gruppo STAG. A seguire si terrà il dialogo tra il giornalista Pierfencesco Pacoda e la musicista Cristina Donà, che concluderà l’evento con una performance musicale.

Il programma della rassegna è disponibile su www.adaltavoce.it (tutti gli eventi sono gratuiti, con disponibilità di posti limitati: è necessaria la prenotazione online sul sito).

Il sostegno ad “Ad alta voce” è coerente con l’impegno di Coop Alleanza 3.0 ed è possibile anche grazie a “1 per tutti 4 per te”: con l’iniziativa l’1% del valore degli acquisti dei prodotti Coop, confezionati alimentari e non, permetterà a soci e consumatori di sostenere iniziative sociali, culturali, ambientali. Ad ogni linea del prodotto Coop infatti è stato associato un ambito di intervento: si va dal sostegno all’ambiente a quello per la cultura e lo sviluppo del territorio, dall’educazione al consumo consapevole alla cura degli animali, dall’attenzione alle nuove generazioni alla solidarietà locale e internazionale. All’ambito culturale è associata la gamma di eccellenza Fior fiore, il cui 1% del valore degli acquisti è destinato alle iniziative di carattere culturale e di sviluppo del territorio.

Rimini rappresenta un importante approdo: da qui, infatti, la manifestazione itinerante – che dal 2001 porta letture in luoghi insoliti delle città italiane scegliendo luoghi della quotidianità e trasformandoli, per un giorno, in location speciali – prende le mosse per acquisire un respiro nazionale. Dalla prima edizione, nel 2001, a oggi, “Ad alta voce” ha coinvolto oltre 700 autori che hanno dato voce ai loro libri preferiti davanti a migliaia di persone in numerose città italiane: Bologna, Venezia, Ravenna, Cesena, Ancona, L’Aquila, Trieste, Padova, e Ferrara.

Altre notizie
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
VIDEO
di Redazione
di Redazione
FOTO
Notizie correlate
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO
di Maurizio Ceccarini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna