Indietro
menu
Pronto a dicembre

Lavori a pieno regime per il Museo d'Arte Moderna

In foto: i lavori per il nuovo Museo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 2 set 2019 12:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Lavori a pieno regime per il nuovo Museo d’arte moderna e contemporanea della Città di Rimini che dovrebbe concludersi a dicembre. L’intervento, spiega una nota del Comune, intreccia la valorizzazione dei Palazzi Podestà e Arengo, la nascita del nuovo contenitore e l’incontro con la Fondazione San Patrignano che metterà a disposizione il proprio patrimonio di opere.
Il Museo manterrà i sistemi di distribuzione verticale delle scale e dell’ascensore. Il piano primo del Podestà ospiterà una sala polivalente e una sala per la proiezione di filmati. Nella sala dell’Arengo un setto la dividerà in due ambiti: uno dal lato delle polifore per l’esposizione di sculture e l’altro, verso nord, con la possibilità di allestire opere che necessitano di luce diffusa. All’interno troveranno spazio una quarantina di opere, per un valore complessivo stimato dalla casa d’asta Phillips pari ad 6.900.000 euro. Tra queste “Untitled” di Agnes Martin proveniente dalla Pace Gallery di New York, “Carlina” di Julian Schnabel, “Tra Specchio e tela” di Michelangelo Pistoletto e VBSS.002 di Vanessa Beecroft. Le opere sono già state presentate alla Triennale di Milano e al Maxxi di Roma, in un “work in progress” fino all’apertura del nuovo Museo.
L’intervento è realizzato in contemporanea alla riqualificazione impiantistica dei tre Palazzi storici di Piazza Cavour col rifacimento degli impianti meccanici che permetterà di ottimizzare il comfort interno e i consumi energetici, determinando al contempo il minor impatto estetico e visivo sulle architetture e sugli ambienti interni di pregio.