giovedì 19 settembre 2019
menu
In foto: La Presidente del Meeting Emilia Guarnieri
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mar 2 lug 2019 19:02 ~ ultimo agg. 3 lug 10:58
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

Dal 18 al 24 Agosto alla Fiera di Rimini si svolgerà il 40esimo meeting per l’amicizia tra i popoli. Il titolo, “Nacque il tuo nome da ciò che fissavi” è tratto da una poesia di Karol Wojtila. Il programma è stato presentato oggi a Roma.

«I quarant’anni del Meeting Sono stati anni in cui parole come incontro, dialogo, identità, costruzione comune, bellezza, creatività non sono stati solo temi di dibattito, ma esperienze condivise tra centinaia di migliaia di persone». Così Emilia Guarnieri, presidente della Fondazione Meeting per l’amicizia fra i popoli, sulla manifestazione che quest’anno avrà come titolo “Nacque il tuo nome da ciò che fissavi”, tratto da una poesia di Karol Wojtyla. Oggi a Roma la quarantesima edizione del Meeting è stata presentata da Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, monsignor Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, da Enrico Giovannini, portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile. Da Parigi si è collegato Enrico Letta, presidente dell’Istituto Jacques Delors. Domenica 18 agosto l’incontro inaugurale vedrà la presenza della seconda carica dello Stato: il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Spettacolo inaugurale del Meeting 2019 Domenica 18 e lunedì 19 “Midnight Barabba” al Teatro Galli di Rimini.
Dopo l’esordio dell’anno scorso, anche quest’anno torneranno le grandi aree tematiche, dedicate a sussidiarietà e lavoro, ai temi della polis e alla salute, più una nuova area internazionale in cui si presenteranno esperienze di cooperazione e sviluppo da tutto il mondo.

Tra i relatori: il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, il presidente Istat Gian Carlo Blangiardo, Enrico Giovannini, Corrado Passera, Vincenzo Boccia, Stefano Zamagni, Nando Pagnoncelli, Annamaria Furlan, Giuseppe Sala, Stefano Boeri, Enrico Testa. Tornerà al Meeting il segretario della Lega Musulmana mondiale Muhammad Bin Abdul Karim Al-Issa, che si confronterà con il politologo Oliver Roy.

L’ultimo incontro del Meeting, sabato 24, sarà con il vice direttore del Corriere della Sera Antonio Polito e Salvatore Abbruzzese, sociologo dell’Università di Trento, autore del libro sulla storia di questi 40 anni di meeting.

Presenza delle istituzioni: Oltre alla già citata presidente del Senato, il tradizionale incontro dell’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Giancarlo Giorgetti e Maurizio Lupi, mentre in altri contesti interverranno Giovanni Tria, ministro dell’Economia e delle Finanze, così come il presidente Consob Paolo Savona. Stefano Bonaccini, Giovanni Toti, Attilio Fontana, Vincenzo De Luca, Luca Ceriscioli, Massimiliano Fedriga, il già citato sindaco di Milano Giuseppe Sala, il presidente Anci Antonio Decaro (Bari) Andrea Gnassi sindaco di Rimini.

Mostre di quest’anno: saranno oltre 20, a partire da “Francesco e il Sultano 1219-2019. L’incontro sull’altra riva”, patrocinata dai ministri generali francescani e promossa tra gli altri dalla Custodia di Terra Santa che racconterà, proprio partendo dal contesto in cui è accaduto e dalle fonti storiche che si possiedono, l’incontro tra il Poverello di Assisi e il sultano Al-Malik Al-Kamil. Con “NOW NOW. Quando nasce un’opera d’arte”, vedremo sette giovani artisti nell’atto di creare le loro opere in fiera, invece “Bolle, pionieri e la ragazza di Hong Kong” ci porterà al cuore dell’esperimento americano, con una generazione di giovani divisa tra un dna pionieristico e la tentazione di attutire l’impatto drammatico con il reale rifugiandosi in una bolla sicura. Di grande impatto sarà “Si aprì una porta nel cielo. La Cattedrale di Monreale”, esposizione che intende documentare il patrimonio artistico e la tradizione di fede del Duomo di Monreale. Altre esposizioni sono dedicate a grandi personalità del nostro tempo: Etty Hillesum, Václav Havel, Madre Maria, martire ortodossa di Parigi, il fotografo italoamericano 97enne Tony Vaccaro (che ha annunciato la sua presenza a Rimini) più una mostra fotografica su Giulio Andreotti a cent’anni dalla nascita.

leggi il programma della kermesse su www.meetingrimini.org

 

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna