mercoledì 20 novembre 2019
menu
Lo sport che include

Lo sport che include. Il progetto "Happy School - Fratelli di sport"

In foto: foto di gruppo davanti al Municipio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 7 giu 2019 17:12 ~ ultimo agg. 10 giu 17:13
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Si è concluso con una conferenza in Municipio a Rimini, il progetto Happy School – Fratelli di Sport per l’anno scolastico 2018-2019. Presenti i promotori, il vicesindaco Lisi e molti dei ragazzi che hanno partecipato. Il progetto, rivolto ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni, ha promosso l’attività sportiva aperta a tutti come momento di inclusione e aggregazione al di là dell’aspetto agonistico.

Il progetto Happy School, promosso dall’associazione Sportinmente in collaborazione con l’ente di promozione sportiva PGS, è riconosciuto quale buona pratica sportiva del 2018 nel bando nazionale “fratelli di sport”, promosso dal Coni con il finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. E’ stato approvato nei piani di zona di Rimini ed ha avuto il contributo della Regione tramite il bando regionale dello sport.

Quest’anno ha coinvolto cinque istituti comprensivi riminesi e il liceo sportivo Serpieri con l’alternanza scuola-lavoro. I 250 ragazzi coinvolti hanno praticato giochi come il rugby, l’ultimate frisbee e il dodgeball, ma anche l’avvio di una sperimentazione di doposcuola. Davide Scazzieri, campione paralimpico di tennis tavolo, ha annunciato un nuovo progetto di inclusione per la disabilità di cui è responsabile regionale.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna