lunedì 17 giugno 2019
menu
In foto: Il Sindaco Mimma Spinelli
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 13 mag 2019 11:53
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Rispedisce le accuse al mittente sul caso Petroltecnica l’Amministrazione comunale di Coriano. Ieri con una nota la minoranza aveva accusato sindaco e giunta di aver trattato la questione con leggerezza (vedi notizia). “Stiamo trattando la vicenda con la massima attenzione che ha sempre contraddistinto il nostro operato” risponde oggi l’amministrazione.

Rispediamo al mittente – scrive il sindaco Domenica Spinelli –  le accuse di improvvisazione e leggerezza, considerati i numerosi incontri e tavoli tecnici che si sono tenuti a tutti i livelli istituzionali, incontri di cui certamente la Società avrà informato il gruppo consiliare di minoranza. L’Amministrazione che guido ha a cuore i lavoratori e le loro famiglie e lo dimostra con tutto l’impegno che sta prodigando e con le azioni svolte, compreso i confronti che si sono tenuti in questi mesi con i sindacati di categoria e gli enti preposti e i dipendenti stessi.

Dalla data del sequestro effettuato dalla magistratura alla data di emissione dell’ordinanza di ripristino emessa dal Comune, la minoranza non ha mai chiesto notizie precise relative a questa complicata vicenda, al fine di effettuare una loro valutazione personale, ma ha solo fatto interventi derivanti dalle informazioni fornite dalla Società tramite i giornali o altri canali. Dal tenore del loro comunicato mi chiedo se hanno letto l’ordinanza del Comune e se hanno conoscenza del contenuto del condono dell’anno 2014. Probabilmente hanno ritenuto esaustive e veritiere le informazioni raccolte, senza pensare che loro fanno parte di un Consiglio Comunale che deve rappresentare tutto il Comune di Coriano”.

“Inoltre non mi risulta che l’opposizione sia intervenuta a favore della ditta nel momento del sequestro effettuato dalla magistratura, che ha comportato la sospensione dell’attività lavorativa. Si chiedono il perché l’ordinanza di ripristino non sia stata adottata in data 5 aprile, forse prima di fare certe domande, dovrebbero studiare o almeno informarsi sulle leggi che regolano la materia, quali ad esempio la legge n.23/2004 e la legge n.241/90. Ritengo sconsiderato questo utilizzo dei problemi che incombono sulla ditta e soprattutto sui lavoratori a solo scopo propagandistico, alla ricerca di chissà quale vantaggio politico da parte di un gruppo consiliare, più incline alle chiacchiere che agli atti e all’aderenza alle leggi. Evitiamo di intervenire su quanto affermato a mezzo stampa dall’azienda per favorire le soluzioni a vantaggio di tante famiglie, questo sarà sicuramente tema nelle sedi e nelle occasioni opportune già a partire dai prossimi tavoli tecnici”.

L’amministrazione ha messo a disposizione l’apparato tecnico con massima priorità su questa vicenda in modo da lavorare in brevissimo tempo tutte le pratiche che gli vengono e verranno sottoposte, nell’attenzione delle leggi e delle procedure più adatte. Esprimo nuovamente, anche a nome di tutta l’Amministrazione, la vicinanza ai lavoratori di Rovereta e Petroltecnica e ribadisco tutto l’impegno, nostro e dei tecnici dell’ente, al fine di salvaguardare la possibilità di ritornare al lavoro, ma allo stesso tempo ricordo che il Comune di Coriano è solo uno degli attori della vicenda“.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna