mercoledì 18 settembre 2019
menu
In foto: L'ufficio postale di Torre Pedrera
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 1.524 visite
sab 6 apr 2019 12:07 ~ ultimo agg. 7 apr 13:46
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 1.524
Print Friendly, PDF & Email

Un altro bancomat ‘saltato’ dopo quello di giovedì a Sant’Andrea in Casale (vedi notizia). Questa volta la banda di ladri è entrata in azione ieri notte, alle 3.15, all’ufficio postale di Torre Pedrera, in via Gibuti. La tecnica utilizzata è stata sempre la stessa: dopo aver riempito lo sportello automatico di gas esplosivo, i malviventi hanno azionato l’innesco e l’hanno fatto saltare per aria. Ma qualcosa è andato storto. Infatti, a causa dell’eccessiva quantità di esplosivo, la cassaforte al termine della deflagrazione è rientrata negli uffici, mentre una parte del bottino è andata bruciata. Così, dei 20mila euro presenti all’interno del bancomat, i ladri non sarebbero riusciti a prenderne nemmeno una piccola parte. Le sirene dell’allarme, poi, li hanno costretti ad allontanarsi al più presto e a mani vuote. Ingenti i danni alla struttura.

Ai poliziotti dell volanti accorsi sul posto, un paio di testimoni hanno raccontato di aver visto tre persone col volto travisato allontanarsi a bordo di un’auto scura, forse un’Alfa Romeo. Le immagini delle telecamere di videosorveglianza verranno visionate fotogramma per fotogramma in modo da scovare elementi utili alle indagini.

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna