mercoledì 20 marzo 2019
In foto: repertorio
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
ven 1 mar 2019 12:05
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’Emilia-Romagna supera la soglia del 95% di copertura vaccinale, quella che garantisce la cosiddetta “immunità di gregge”, per i bimbi nati nel 2016. Un dato superato per tutte le vaccinazioni rese obbligatorie per la frequenza al nido dalla legge regionale (difterite, tetano, poliomielite, che si assestano ciascuna al 95,7%, ed epatite B al 95,5%). Obiettivo raggiunto anche per emofilo B e pertosse, poi aggiunte dalla normativa nazionale, mentre il vaccino per morbillo-parotite-rosolia si assesta al 93,5% con una significativa accelerazione dall’87,2 del 2016. Per i nati nel 2015, la percentuale di copertura per morbillo-parotite-rosolia, raggiunge addirittura il 95,8%.

Fanalino di coda in Regione, nonostante un considerevole aumento delle vaccinazioni nell’ultimo triennio, resta la provincia di Rimini. La copertura per morbillo-parotite-rosolia si attesta all’88,3% per i nati nel 2016 e al 90,1 per quelli del 2015; per tutti gli altri vaccini obbligatori la media si aggira nel riminese intorno al 91/92%.

Notizie correlate
Fogheracce con l'incognita

Tempo incerto per lunedì

di Redazione
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna