giovedì 19 settembre 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
sab 2 mar 2019 10:10 ~ ultimo agg. 15:12
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Aveva ripreso dal telefonino incustodito di una 15enne un video dal contenuto erotico, poi lo aveva condiviso in una chat con amici. Da lì, il filmato era passato su whatsapp di gruppo in gruppo fino ad arrivare ad una amica della inconsapevole protagonista. Per la 15enne un vero e proprio choc visto che era assolutamente all’oscuro del furto. L’autore dello sconsiderato gesto, un 21enne sammarinese, è stato accusato di diffamazione aggravata e diffusione di materiale pedopornografico. Ha patteggiato, riportano i quotidiani locali, un anno e tre mesi di carcere, pena sospesa. Per lui anche l’interdizione da qualunque futuro incarico nella scuola o a contatto con minorenni. Rischiano di finire nei guai anche due amici sammarinesi, presunti complici del 21enne. Quest’ultimo, per mitigare la pena, ha anche versato un risarcimento alla famiglia della giovane. A condurre l’inchiesta la polizia postale di Rimini su delega della Dda di Bologna. Il telefono della 15enne era “scomparso” mentre la ragazza assisteva ad un evento sportivo. Dopo l’appello dello speaker della manifestazione, lo smartphone era stato ritrovato. I ragazzi che lo avevano raccolto (i tre amici) nel frattempo avevano però registrato con i loro cellulari il video incriminato. Una bravata senza pensare alle conseguenze che è costata molto cara.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna