Indietro
menu
Salvini ai Seniors

Salvini a Congresso Senior: non si può risparmiare su salute

In foto: Matteo Salvini
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 2 dic 2018 13:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il vice premier Matteo Salvini è intervenuto in video conferenza al congresso Nazionale di Senior in corso a Rimini. “Stiamo cominciando ad approntare la manovra economica dove la salute occupa uno dei primi posti – ha detto Salvini -. Su tutto si può risparmiare tranne che sul diritto alla salute, il diritto degli italiani a curarsi. Per quanto riguarda l’istituzione di una Giornata sull’Aderenza alla Terapia vi aspetto questa settimana al Ministero dell’Interno, perché le porte del mio Ministero sono aperte a tutti quelli che hanno qualcosa di serio da proporre per il bene del Paese. E che tutto non si risolva solo in una Giornata, perché le giornate devono partorire leggi che durino 365 giorni”.  Quest’ultima frase era relativa alla proposta del Presidente di Senior Italia Roberto Messina di istituire una Giornata per l’aderenza alla terapia, che aiuti i malati cronici e i pazienti a curarsi in modo adeguato, consentendo loro di migliorare il proprio stato di salute.

Non capisco – ha aggiunto – come abbiano potuto risparmiare chiudendo ospedali, reparti e pronto soccorso”.

Poi è tornato su alcune delle iniziative che il Governo sta varando e ha approvato: “Garantiremo il diritto alla pensione a partire dai 62 anni, perché centinaia di migliaia di italiani possano godersi anni con i figli e i nipoti in serenità. E il diritto al lavoro, perché oggi i giovani devono scappare all’estero per studiare, comprare casa e lavorare. E quello alla sicurezza, perché gli italiani vogliono stare tranquilli a casa loro o quando vanno all’ufficio postale o a fare la spesa. Gli immigrati che scappano dalla guerra sono benvenuti ma chi viene a spacciare, aggredire, rapinare, verrà rispedito a casa sua. E infine il diritto a stare in famiglia, avendo qualche domenica da passare con i propri cari. “.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione   
di Redazione