15 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Con La Notte dei Ricercatori inaugura il giardino del complesso Alberti

RiminiUniversità

24 settembre 2018, 13:43

Sarà un’occasione per capire meglio cosa significa fare ricerca ma anche un’occasione per vedere più da vicino i nuovi locali universitari del complesso Alberti e passeggiare nel suo giardino. Se il meteo consentirà la conclusione dei lavori, potrebbe essere fruibile anche la nuova piazzetta che collega il complesso con via Gambalunga. Il 28 settembre (dalle 16.30 alle 23) nella Notte Europea dei Ricercatori (a Rimini per la terza volta) i veri protagonisti saranno però docenti e ricercatori che per l’appuntamento hanno messo insieme una serie di iniziative per attirare l’attenzione di giovani e adulti.

Torna la Notte dei Ricercatori. A Rimini obiettivo puntato sull'Università

    Gli eventi riminesi si concentreranno, oltre che sull’Alberti, anche nella sede del dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita e in luoghi simbolo come il Fulgor, la biblioteca Gambalunga, piazza Ferrari e piazzetta Teatini.

    Tre i fili conduttori degli appuntamenti, legati alle tematiche affrontate nella sede riminese dell’Ateneo: culture, design e diritti; Qualità della Vita, salute e benessere; Numeri e società.


    Il comunicato stampa

    Torna anche quest’anno la Notte Europea dei Ricercatori. L’evento presente in quasi 300 città in tutta Europa, di cui 52 solo in Italia, è promosso dalla Commissione Europea e ogni anno vede la partecipazione di migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca, con l’obiettivo di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante.

     

    La Notte si svolgerà in simultanea venerdì 28 Settembre 2018 e SOCIETY (How do you spell RESEARCH? SOCIETY – Science, histOry, Culture, musIc, Environment, arT, technologY) è il progetto finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 che porta la Notte Europea dei Ricercatori a Bologna, Cesena, Forlì e Predappio, Ravenna, Rimini.

     

    Dopo le prime edizioni del 2016/2017, il Campus di Rimini si appresta dunque a celebrare la propria Notte Europea dei Ricercatori, grazie ad un programma particolarmente ricco messo a punto dai propri docenti e ricercatori, coadiuvati dallo staff tecnico‐amministrativo della sede. Gli eventi comprendono esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre e visite guidate, conferenze e seminari divulgativi, spettacoli e performance artistiche oltre a laboratori per giocare con la scienza ed incontri e giochi per i più piccoli.

     

    Gli appuntamenti in programma si svolgeranno in luoghi accademici, come il QUVI ‐ Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita ‐ e il nuovo complesso Alberti, ma anche in luoghi simbolo della città come il cinema Fulgor, la Biblioteca Gambalunga, piazza Ferrari e piazzetta Teatini. Il centro storico cittadino, per una notte, si illuminerà di cultura e occasioni per riflettere sull’importanza della Ricerca universitaria per la costruzione del miglior futuro possibile per

    l’umanità.

     

    Tre i fili conduttori degli eventi di Rimini, con momenti dedicati ai più piccoli, ai giovani, agli adulti, alle famiglie, proprio con l’obiettivo di raccontare la storia del sapere ‘che verrà’ comprensibile a tutti:

    – CULTURE, DESIGN E DIRITTI: alla ricerca di cultura e innovazione senza perdere di vista i diritti.

    – QUALITÀ DELLA VITA, SALUTE E AMBIENTE: alla ricerca di salute, ben‐essere, tutela ambientale e sostenibilità.

    – NUMERI E SOCIETÀ: alla ricerca di applicazioni che hanno bisogno dei numeri, quando la matematica può stupire ed essere utile nella vita di tutti i giorni.

     

    Per i più grandi, sono tantissimi gli eventi in programma: seminari e dibattiti sul ruolo delle donne, le fake news, l’identità di genere, due mostre sul mondo della moda, uno spettacolo teatrale sulle tematiche dell’inquinamento marino, la proiezione del capolavoro felliniano “La Voce della Luna“ seguita da un interessante dibattito. Aperitivi scientifici, mostre interattive, giochi e dimostrazioni durante i quali si illustrerà come le scienze statistico‐matematiche e le scienze sociali vengono utilizzate nello sport e nelle aste di birra.

     

    In tema di benessere e stili di vita, è prevista una camminata per le vie della città, in collaborazione con La Pedivella e BioWalking, che prenderà il via dall’invaso del ponte di Tiberio, ed una dimostrazione di pratica di danza inclusiva, con il supporto di Danza Teatro Movimento centrale.

     

    Per i bambini e ragazzi, tornano i laboratori, utili per affrontare in modo divertente e per niente scontato le scienze di base (chimica, fisica, biologia), per far riflettere sull’importanza delle conoscenze tecnologico‐scientifiche e sulla possibilità per tutti di accedere a queste conoscenze con l’aiuto dei ricercatori.

    Per il terzo anno sarà organizzato il laboratorio degli “Scienziati pazzi per il gelato” in collaborazione con la gelateria “La Romana”.

    Si aggiungono, inoltre, due attività di laboratorio gestite da docenti di Scienze Motorie, con giochi ed esercizi per la salute indirizzati anche agli adulti.

    Alcune attività saranno gestite in collaborazione con gli studenti del Liceo Scientifico “A. Serpieri”, nell’ambito di un progetto di Alternanza Scuola Lavoro gestito dal Campus di Rimini.

    Sarà inoltre possibile partecipare ad attività sperimentali nei laboratori di ricerca insieme dottorande e dottorandi del Dipartimento.

    Completano il ricco programma questi ulteriori eventi:

    – la Minifotomaratona, in edizione speciale per Notte dei Ricercatori, contest fotografico a misura di bambini, con tema segreto, tanti premi e divertimento assicurato;

    – le letture con Alessia Canducci, attrice/lettrice e promotrice del progetto Nati per Leggere, amatissima da grandi e piccini che leggerà libri legati alla divulgazione scientifica (età consigliata dai 6 anni);

    – le letture anche per i piccolissimi (3‐5 anni) presso la Biblioteca Gambalunga sezione Ragazzi, per un bellissimo pomeriggio di cultura e divulgazione in collaborazione con la libreria “Viale dei Ciliegi 17” e grazie al sostegno di SGR per la Cultura (con tante sorprese per tutti i partecipanti!).

    Per una parte dei laboratori è necessaria la prenotazione online (dal 25 settembre), utilizzando i link presenti nel programma ufficiale.

     

    Sul sito il dettaglio di tutti gli eventi.

    Andrea Polazzi

    Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

    © Riproduzione riservata

    Rimani aggiornato!

    Iscriviti alla newsletter giornaliera

    Sottoscrivi i nostri Feed

    Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

    © Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
    P.IVA 01310450406
    “newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454