Indietro
menu
Attualità Cronaca Rimini: notizie e Cronaca di Rimini e provincia

Lavoro nero e irregolarità: denunciati sei tra ristoratori e albergatori durante la Notte Rosa

In foto: Auto dei carabinieri a Riccione durante i controlli della Notte Rosa
di Serena Saporito   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 12 lug 2018 14:36 ~ ultimo agg. 18:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Più che rosa è stata grigia la Notte Rosa a Riccione per gli imprenditori sanzionati dai Carabinieri della Compagnia di Riccione impegnati nei controlli alle attività ricettive nelle serate dell’evento. Grigia come il lavoro grigio.

18 le aziende controllate: un terzo delle quali sono risultate irregolari. 28 i lavoratori controllati: tra questi ne è stato trovato uno in nero. 10 le prescrizioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. Irregolarità che hanno comportato ammende per oltre 50 mila euro e sanzioni amministrative per oltre 5mila. E sono sei le persone denunciate. Il lavoratore in nero, extracomunitario, senza permesso di soggiorno, era impiegato in un ristorante della centralissima viale Dante, il cui titolare, un 56enne albanese residente a Misano Adriatico, è stato denunciato. Ha inoltre collezionato sanzioni per 20mila euro.

Sempre in viale Dante, e in viale D’Annunzio, denunciati anche altri 5 tra ristoratori e albergatori: un 31-enne, milanese, titolare di una ditta di ristorazione di Cattolica, per omessa predisposizione di mezzi d’estinzione incendi (per lui una multa di oltre 5mila euro); un 47enne di origini pugliesi, residente a Riccione, per omessa predisposizione di mezzi d’estinzione incendi e per omessa pulizia dei luoghi di lavoro (multe per lui per oltre 11mila euro); un 62enne riccionese, per omessa predisposizione di mezzi d’estinzione incendi ed omessa predisposizione della cassetta di primo soccorso (multa da 10mila euro); un 68enne riccionese, titolare di un albergo di viale Dante, per omessa predisposizione della cassetta di primo soccorso (per lui multa da 4500,00 euro), un 29enne di origini napoletane ma residente nel territorio della Valconca, per omessa predisposizione di mezzi d’estinzione incendi.

 

Notizie correlate
Cronaca Rimini: notizie e Cronaca di Rimini e provincia Provincia

Polizia di Stato, il bilancio dell'estate. Denunce raddoppiate

di Maurizio Ceccarini   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna