sabato 24 agosto 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mer 28 feb 2018 19:11 ~ ultimo agg. 19:14
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Per Eva, Marta e Costanza, le tre Lontre asiatiche dalle piccole unghie (Aoyx cinerea) ospiti dell’Acquario di Cattolica, l’abbondante neve caduta in questi giorni si è trasformata in un gioco inaspettato. Gli addestratori e biologi che si occupano di loro, diretti dal Dott. Stefano Gridelli, hanno avuto l’idea di utilizzare neve fresca da usare come rinforzo positivo per stimolare gioco, interazione e per rendere insolita la loro ricerca di cibo.

Le lontre euroasiatiche infatti sono vivaci quanto voraci: devono mangiare il 15% del loro peso corporeo e la loro alimentazione consiste di pesci, rane, granchi, gamberi e frutti di mare. Le tre sorelline si sono trovate davanti una serie di giochi: dalla caccia al cibo nascosto nella neve, palle di neve da litigarsi, a sensazioni tattili date dall’inaspettato frescolino, insomma, una festa di stimoli tattili, olfattivi di motricità che le hanno viste coinvolte in breve.

Originaria delle zone paludose del sud-est asiatico, questa specie di mammifero semi-acquatico della famiglia dei mustelidi vive fra risaie, paludi e mangrovie in un clima temperato-umido. La loro densa pelliccia presenta circa 1.000 peli al mm2 che le protegge dall’acqua ed intrappola delle bolle d’aria che le isolano dal freddo e un esemplare adulto può raggiungere i 90 cm e circa i 5 kg di peso. A causa del degrado dell’ habitat, l’inquinamento e la caccia, la lontra orientale dalle piccole unghie fa parte delle specie in via di estinzione, ed è inclusa nella Lista Rossa della IUCN.

 

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna