Indietro
menu
Cronaca Rimini: notizie e Cronaca di Rimini e provincia Rimini

I Carabinieri "accerchiano" il parco Cervi: 9 arresti in 15 giorni

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 23 nov 2017 10:59 ~ ultimo agg. 24 nov 10:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.526
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Continua l’attività di contrasto allo spaccio esercitata dai Carabinieri della Compagnia di Rimini all’interno del Parco Cervi. I servizi preventivi e repressivi, intensificati con militari sia in abiti borghesi che in uniforme, hanno portato ieri a un nuovo arresto: quello in flagranza di un cittadino nigeriano 21enne già noto alle forze dell’ordine. Ieri i Carabinieri hanno posto in essere un controllo a tappeto della zona di parco a ridosso del parcheggio di piazza Kennedy bloccando simultaneamente tutte le via di accesso. Tra i vari soggetti che hanno tentato di dileguarsi ne è stato fin da subito individuato uno piuttosto nervoso che poi, all’atto del controllo, ha scalciato, spintonato ed aggredito i militari. A fatica alla fine i Carabinieri sono riusciti ad immobilizzarlo a terra. Una volta ammanettato, nei suoi slip è stata rinvenuta una bandana contenente circa 8 grammi di “erba” e 40 euro in contanti provento di spaccio.

[kaltura-widget uiconfid=”30012024″ entryid=”0_hp2u2fvm” width=”400″ height=”145″ /]

Salgono così a nove in 15 giorni gli arresti per spaccio e detenzione di marjuana. Si tratta per lo più – fanno sapere i Carabinieri – di persone originarie del Senegal e della Nigeria che a partire dalla fine dell’estate, con il calo di richiesta sul litorale, si erano spostati e radicati all’interno del parco inizialmente nei pressi dell’Arco d’Augusto e poi più di recente recentemente, incalzati anche dai controlli delle forze dell’ordine, sempre più verso il mare nella parte terminale denominata Parco Renzi. Numerose sono state le attestazioni di stima ai militari da parte di cittadini di passaggio sulla ciclo-pedonale durante il servizio in atto.

I servizi continueranno senza sosta – assicurano i Carabinieri – per prevenire ulteriori fenomeni di spaccio, individuare i canali di approvvigionamento della sostanza stupefacente.


Il ringraziamento dell’assessore Jamil Sadegholvaad:

“Credo opportuno, da parte dell’amministrazione comunale di Rimini, ringraziare pubblicamente il Tenente Colonnello Giuseppe Sportelli e i militari dell’Arma dei Carabinieri di Rimini per lo splendido, quotidiano lavoro che stanno portando avanti nel contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti e nella lotta al degrado sul territorio comunale, a partire dalla zona di Parco Cervi.

Controlli, attività d’indagine e arresti che vanno a configurare un presidio di sicurezza continuo e giornaliero a servizio di residenti e ospiti, particolarmente prezioso in quelle zone della città più sensibili e che hanno mostrato problematiche specifiche proprio sul fronte della diffusione dello spaccio.

Il ringraziamento dell’amministrazione comunale di Rimini si estende naturalmente a tutte le forze dell’ordine, al Prefetto, al Questore che, con iniziative sinergiche e grande collaborazione nell’ambito del Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza, svolgono ogni giorno un lavoro fondamentale per l’affermazione della legalità sul nostro territorio”.

Notizie correlate
di Redazione