venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Williams e Dayana Arlotti
di Redazione   
lettura: 1 minuto
sab 13 mag 2017 09:50 ~ ultimo agg. 17:52
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 16 anni di reclusione per Francesco Schettino, il comandante della Costa Concordia, la nave da crociera naufragata vicino all’Isola del Giglio. Tra le vittime del naufragio, avvenuto la sera del 13 gennaio 2012, due riminesi: la piccola Dayana Arlotti e il padre Williams.

Schettino si è costituto al carcere romano di Rebibbia subito dopo la sentenza; il suo legale ha annunciato ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

Altre notizie
in un garage a santarcangelo

Scovato deposito di ricambi d'auto rubati

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna