Indietro
menu
Attualità Rimini

Galvanina festeggia i successi oltreoceano e presenta i progetti per lo stabilimento

In foto: Rino Mini a New York con il Sofi Award
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 17 lug 2016 18:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.490
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

400 invitati, comprese le maestranze degli stabilimenti di Rimini e Apecchio con le famiglie, per la Festa d’Estate promossa dal Gruppo Galvanina reduce dalla vittoria del prestigioso premio Sofi Award 2016 (3.200 in totale i prodotti in gara divisi in 28 categorie). Un premio ricevuto a New York per la bibita analcolica biologica al gusto di ‘Arancia rossa, Carota nera & Mirtillo’ della linea Century. Rino Mini, CEO di Galvanina, ha chiamato a raccolta al Parco Terme Galvanina tutti quelli che hanno contribuito al successo dell’azienda, arrivata a 100milioni di bottiglie prodotte e 50 milioni di fatturato. 
“Il Premio Sofi Award 2016, conseguito in America, dove esportiamo oltre il 50% della nostra produzione – spiega Rino Miniha stimolato l’idea di condividere con i nostri collaboratori, con i nostri amici e con alcuni ospiti di eccezione, dieci anni di crescita impetuosa. A questa crescita oggi possiamo finalmente aggiungere i programmi di sviluppo che riguardano sia l’intero complesso aziendale Galvanina sul colle di Covignano che lo stabilimento Val di Meti di Apecchio”.

Una mostra fotografica allestita nel parco, le voci dei vertici aziendali hanno raccontato durante la festa tanti momenti importanti e significativi vissuti dal Gruppo Galvanina nell’ultimo decennio, e in particolare:

. L’acquisizione della Fonte Val di Meti con la realizzazione del nuovo e modernissimo stabilimento di Apecchio, poi la drammatica vicenda del crollo di quest’ultimo dovuto alla storica nevicata del 2012 e la relativa ricostruzione in tempi record;

. La nascita della linea Century, bibite bio di eccellenza nate per festeggiare i 100 anni di storia produttiva di Bibite Analcoliche, lanciate sul mercato italiano ed internazionale;

. I successi aziendali ed internazionali di Galvanina e Val di Meti, con il superamento del traguardo di 100 milioni di bottiglie prodotte ogni anno e di oltre 50 milioni di euro di fatturato;

. Il consolidamento delle esportazioni in tutti i 50 Stati Americani, la leadership conquistata in Canada; l’Europa e l’Australia e la recente penetrazione nei mercati asiatici;

. Il superamento di 100 dipendenti in Italia e di 250 dipendenti complessivi nel mondo;

. Il Premio “Sofi Award 2016” per la miglior Bibita Analcolica Bio negli Stati Uniti con la Century “Arancia rossa, Carota nera & Mirtillo”;

. il Premio “Quality Food Award 2014” per la più alta qualità nel Beverage Europeo, riconosciuta in Inghilterra alla Bibita Analcolica Bio Century “Mandarino frizzante – Succo & Polpe”.

Nel corso della serata sono stati presentati anche i progetti di sviluppo che riguardano l’ampliamento e la riqualificazione dell’intero complesso Galvanina sul colle di Covignano ed il programma di espansione e riqualificazione dell’intero insediamento produttivo Val di Meti di Apecchio.

Rino Mini ha voluto riservare ai dipendenti dell’azienda la presentazione in anteprima di una nuova bibita bio della linea Century: Ginger Beer che debutterà sul mercato americano da metà agosto.

Nel corso della serata sono stati consegnati premi e riconoscimenti speciali fra i quali uno per il Team Galvanina di Ricerca & Sviluppo che è riuscito a realizzare le migliori e più innovative bevande bio al mondo; un altro ai dipendenti e collaboratori che in quest’ultimo decennio hanno o stanno per lasciare il testimone ai più giovani da loro formati.
Un riconoscimento speciale è stato consegnato anche ai ‘Capitani’ di due aziende, al Cav. Franco Boschetti della Blubaj Srl di Cesenatico e Ravenna e al Sig. Franco Arduini della Turci Bevande di Cattolica, storiche concessionarie Galvanina in Romagna che, grazie ad un rapporto di grande collaborazione e stima nato oltre cinquant’anni fa, hanno contribuito allo sviluppo delle vendite e al rafforzamento del brand Galvanina in Italia.