Indietro
menu
Cronaca Morciano

Spaccio di sostanze dopanti e droga. Coinvolto titolare di negozio

di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 5 ott 2012 14:10 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le accuse sono di truffa ai danni del Servizio sanitario nazionale, spaccio di stupefacenti, cessione e somministrazione di sostanze dopanti per alterare le prestazioni agonistiche. L’operazione, denominata Fantamuscles, ha permesso di individuare l’attività illecita di 2 medici pesaresi che cedevano ad un farmacista di Piandimeleto interi ricettari. Quest’ultimo a sua volta compilava le prescrizioni intestandole a ignari pazienti e vi applicava fustelle di medicinali di fatto mai dispensati, ponendole poi all’incasso all’Ausl di Pesaro Urbino. L’importo accertato è di oltre 10mila euro per 300 ricette. Coinvolto nel traffico anche il titolare di un negozio di integratori alimentari di Morciano e altre 4 persone (due riccionesi, fra cui un pierre di discoteca, e due pesaresi) che procuravano e spacciavano le sostanze stupefacenti. Sequestrati 3mila capsule di medicinali anabolizzanti e stupefacenti, 5mila di farmaci galenici ad azione psicotropa e dopante, 600 confezioni di farmaci defustellate, circa 30 grammi di hashish, 300 ricette falsificate e alcune decine in bianco. Altre otto persone risultano indagate: tra queste un altro farmacista, due istruttori di body building e cinque pusher. A questi ultimi, nel corso delle perquisizioni sono state sequestrate 700 capsule di farmaci galenici, 2mila fiale di medicinali anabolizzanti e circa 100 grammi di hashish.

nella foto: i medicinali sequestrati dai carabinieri

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione