Indietro
menu
Provincia

Sui mezzi di Start Romagna manifesti contro il taglio del Governo

In foto: Start Romagna, la nuova società dei trasporti che ha raggruppato quelle di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna, parte con una protesta: quella contro i tagli del Governo.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 5 nov 2010 10:15 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Già alcune settimane fa il gruppo ha denunciato le pesanti conseguenze a cui i tagli potrebbero portare, in termini di servizi ma anche di personale. E ora, lo fa con una campagna sui veicoli e sui siti web dal titolo “Non arrestate il servizio pubblico”.

La regione Emilia Romagna prevede ad oggi da questa manovra – spiega una nota di Start Romagna – una riduzione dei contributi al trasporto pubblico locale del 20% rispetto al 2010 e altrettanti si prospetteranno per il 2012.
Nel 2013 la situazione diventerà a regime con ripercussioni negative sul futuro di questo settore.
Per START ROMAGNA – prpsegue la nota – significa una riduzione di risorse dal prossimo anno di 9 – 9,5 milioni di euro. A questo mancato introito si dovrà aggiungere anche la difficoltà dell’erogazione della quota di contributi in capo agli Enti Locali, anch’essi penalizzati da questa manovra. Tutto ciò – ribadisce Start Romagna – comporterà tagli alle linee, riduzione del parco veicoli e tagli del personale.