15 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Ricevuto pubblichiamo. Concerto ‘Per non dimenticare’: il Comune risponde

Rimini

18 agosto 2004, 17:38

in foto: Pubblichiamo interamente la risposta del vice sindaco di Rimini Maurizio Melucci alla lettera di Giulianini di Forza Italia:

Questa la dichiarazione del vicesindaco Melucci:
“Cinquemila e passa persone in piazza Cavour per assistere a un concerto nell’anniversario del sacrificio dei Tre Martiri di Rimini. Nessuna rissa, nessun atto vandalico: un pubblico composto ha ascoltato musica – bella e coinvolgente – e cantato per quasi tre ore, in tal modo partecipando e non emarginando nel comodo recinto dei riti formali ad uso e consumo degli addetti ai lavori a una giornata particolare come quella del 16 agosto per la città medaglia d’oro al valore civile. Sul palco due gruppi che per successo (sono protagonisti ogni anno di centinaia di concerti in tutta Italia), percorso artistico e impegno (portano entrambi avanti progetti di solidarietà e sostegno a favore di popoli in difficoltà) risultano pienamente in sintonia con un’iniziativa nata per affermare i valori della libertà, dell’antifascismo, della partecipazione civile e della memoria.
Tutto ciò viene bollato dal segretario provinciale di Forza Italia come “Non ricordo una Rimini politico- istituzionale caduta così in basso” a causa di un breve passaggio nella lunghissima serata- costata a Comune, Provincia e Regione tutto compreso 34 mila euro-, probabilmente eccessivo ma sicuramente non preventivabile a meno di non volere sigillare la bocca con il nastro adesivo ai gruppi sul palcoscenico e a tutti i 5 mila e passa spettatori.
Caro Giulianini, non sembra anche a te troppo maldestramente palese il tuo tentativo di mascherare un indubbio fatto positivo con una polemica politica sin troppo ‘telefonata’ ? Non ho la pretesa di vederti brindare per 5 mila persone in piazza nella giornata dedicata ai Tre Martiri ma non mi aspettavo da parte tua un soprassalto di indignazione azzurra così virulento quando non hai mai- proprio mai- vergato un comunicato stampa per chiedere formali scuse ad esempio nei confronti di:
I Tre Martiri definiti ‘Tre Ladroni’ da un movimento di estrema destra riminese;
L’ex Premier Massimo D’Alema, fischiato e insultato un anno fa a Rimini durante una manifestazione a cui contribuiscono anche molti Enti Pubblici (e quindi, come diresti tu, con denaro pubblico);
Tutti i giudici italiani definiti ‘geneticamente diversi’ dal Presidente del Consiglio dei Ministri;
Una cittadina riminese, insultata pesantemente poche settimane fa dal Presidente del Consiglio dei Ministri;
I cittadini extracomunitari, più volte insultati anche con epiteti dal vago (?) sapore razziale dalla Lega, partito di Governo.
Forse mi sarà sfuggita ma non ho avuto il piacere di leggere alcuna dichiarazione del segretario provinciale di Forza Italia in merito ai citati esempi. In quanto ai lamentati eccessi verbali scaturiti durante la splendida serata del 16 agosto, rispondo questo.
Forse a Giulianini per la ricorrenza dei Tre Martiri sarebbe stata più gradita una piazza vuota, un paio di cantanti sul palco specializzati in un repertorio di hully gully, twist e surf, in alto un bel tabellone luminoso che si accende a intermittenza con le scritte ‘Applausi’, ‘Risate’ e ‘Bis’. In sostanza, uno spettacolo identico a quelli che si vedono tanto spesso su alcune tivù private nazionali.
Mi dispiace, caro Giulianini, ma a Rimini i Tre Martiri non verranno mai commemorati in questo modo. Credimi, sono due opposti che non si concilieranno mai”.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454