Indietro
lunedì 22 aprile 2024
menu
giornata della memoria

Le Aquile Randagie riempiono di scout il teatro Galli

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 24 gen 2024 16:04 ~ ultimo agg. 29 gen 09:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Erano quasi 500 gli scout presenti ieri sera, in un Teatro Galli gremito dalla platea al loggione. Giovani e capi scout, che con le loro camicie azzurre e i loro ‘fazzolettoni’ arrotolati, coi colori del gruppo di appartenenza hanno assistito allo spettacolo “Aquile randagie. Credere, disobbedire, resistere” interpretato da Alex Cendron, con la regia di Massimiliano Cividati e le musiche di Paolo Coletta. Dopo lo spettacolo l’autore si è trattenuto con il pubblico per un partecipato dibattito. Lo spettacolo si era svolto anche in mattinata dedicato alle scuole.

Una produzione ispirata a una storia vera che inizia il 9 aprile del 1928, quando Mussolini firma il “decreto 696″ di modifica alla legge sull’Opera Nazionale Balilla, per dichiarare la soppressione dello Scautismo in Italia. A Milano, una manciata di giovani scout decide di disobbedire a una legge che sentono ingiusta e inizia un lungo periodo di attività clandestina, una vera e propria resistenza giovanile. Un’avventura, non priva di rischi, che dura diciassette anni, portando questo gruppo di giovani uomini di pace a mantenere accesa la fiamma dello scautismo in Italia, fino alla Liberazione. Uomini che dopo l’8 settembre 1943 sono poi diventati promotori di un gruppo di soccorso per ricercati ebrei, prigionieri politici e renitenti alla leva. Sotto il nome di O.S.C.A.R., il gruppo ha salvato migliaia di persone dalla deportazione.

Gli altri appuntamenti della settimana in occasione della Giornata della memoria

Domani sera l’incontro pubblico al Teatro Galli, proposto da Icaro Tv in serata alle 21.15

Per condividere con la cittadinanza il significato dell’Attività di Educazione alla Memoria, ripercorrendone la storia con i ricordi di tanti che hanno contribuito a scriverla, giovedì 25 gennaio alle 17.30 si terrà al Teatro Galli un incontro pubblico. Sarà l’occasione per ascoltare l’esperienza degli studenti e studentesse che hanno partecipato al viaggio ad Auschwitz del Comune, insieme al Sindaco Jamil Sadegholvaad e una breve lectio magistralis della professoressa Milena Santerini, già Coordinatrice Nazionale per la lotta all’antisemitismo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che parlerà di “La metamorfosi dell’odio: antisemitismo e razzismo oggi”.