Indietro
venerdì 1 marzo 2024
menu
Finanziato dall'Unione Europea
Le opinioni espresse sono tuttavia solo quelle degli autori e non riflettono necessariamente quelle dell'Unione Europea. Né l'Unione Europea né l'autorità concedente possono essere ritenuti responsabili per loro.
convegno a Rimini Noidonne

UE: importanti progressi per la parità di genere

di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 9 mar 2023 12:53 ~ ultimo agg. 20 mar 09:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Cosa rimane il 9 marzo della giornata internazionale dei diritti delle donne? C’è il rischio che questa celebrazione che per un giorno punta la luce sul gap ancora profondamente esistente nel mondo del lavoro e non solo tra uomini e donne sia insufficiente e si riduca ad un pinkwhasing già dimenticato dal giorno dopo?

Il rischio c’è, in effetti, anche se sono sempre di più i comuni, gli enti e le realtà che amplificano le celebrazioni portandole ad una settimana o addirittura ad un mese, ma soprattutto che solidificano il messaggio della parità con azioni e politiche permanenti.

Accade a Rimini, accade in Emilia Romagna, e per fortuna accade anche in Europa.

La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen ha proclamato il 2023 Anno europeo delle competenze IT. Investire nell’istruzione e nella formazione professionale per le donne e le ragazze – ha dichiarato – è fondamentale per migliorare la posizione delle donne in tutti i settori e per colmare il divario retributivo di genere.

Nel 2022 l’UE ha compiuto importanti progressi nella legislazione che promuove la parità di genere. A marzo la Commissione ha proposto nuove norme per combattere la violenza di genere, tra cui, per la prima volta, una proposta di direttiva che affronta la violenza online, come la condivisione non consensuale di immagini intime, lo stalking online, le molestie online e l’incitamento alla violenza o all’odio online.

Ad agosto sono entrati in vigore i nuovi diritti in materia di equilibrio tra vita professionale e vita privata a livello dell’UEEN, ancora a novembre il Parlamento europeo ha adottato la direttiva sull’equilibrio di genere nei consigli di amministrazione delle società, un tema in cui l’Italia è arrivata prima dell’Europa e di cui si parlerà nel convegno dal titolo Noidonne al lavoro: studi, carriere e ruoli. La sfida della parità di genere, che si terrà venerdì 10 marzo dalle 17 alle 19 presso la cineteca comunale in Via Gambalunga n. 27 a Rimini.

Altre notizie