Indietro
menu
le decisioni del Cipess

Dal Governo accelerazione per la variante SS9 a Santa Giustina

In foto: Santa Giustina
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 27 dic 2022 17:25 ~ ultimo agg. 28 dic 14:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

C’è anche la variante della SS9 via Emilia nell’abitato di Santa Giustina tra le 21 opere in capo ad Anas su tutto il territorio nazionale che hanno ricevuto una accelerazione significativa nel corso del Cipess (Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile) e su impulso del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti guidato da Matteo Salvini, per un importo complessivo di 2,38 miliardi di euro. Perla variante di Santa Giustina sono stati stanziati gli 11 milioni di euro residui su un totale di 22.245.399 euro. L’inserimento tra le opere prioritarie dovrebbe consentire di arrivare in tempi brevi al bando per i lavori.

La variante è un’opera attesa da tempo per decongestionare l’abitato Santa Giustina dal traffico veicolare. Il progetto prevede la realizzazione di una nuova bretella viaria, lunga 1,2 chilometri, che si snoderà sul versante ovest (a monte) dell’attuale tracciato della via Emilia.

Commenta il deputato leghista Jacopo Morrone: “Grazie all’attenzione del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, si accelera su 21 opere fondamentali per il Paese. La Romagna vedrà così finanziate tre opere per un totale di circa 140 milioni di euro. Tra queste la fondamentale e tanto attesa variante all’abitato di Santa Giustina nel comune di Rimini. In provincia di Ravenna invece sono stati finanziati i lavori per l’adeguamento della SS67 Adriatica nel tratto che va da Classe al Porto di Ravenna ed infine la variante di Castelbolognese progetto essenziale per la comunità e atteso da più di 50 anni. La Lega dimostra, come sempre, di essere vicina al territorio e alle esigenze dei passando dalle parole ai fatti”.

Soddisfazione arriva anche da Filippo Zilli, vicecommissario provinciale di Fratelli d’Italia. “Grazie a Fratelli d’Italia ed al Governo di centro destra decine di infrastrutture strategiche in Italia – scrive -, bloccate da anni anche dall’incapacità progettuale della sinistra, finalmente vedranno la luce. Con la delibera CIPESS oggi si sblocca infatti un importante intervento per la provincia di Rimini: la variante al centro abitato di Santa Giustina, di cui si discute ormai da 15 anni. Con più di 22 mln di euro stanziati infatti, e la pubblicazione dei bandi di gara entro gennaio 2023, dimostriamo che si può passare dalle parole ai fatti. Bastano volontà e competenza.Come se ce ne fosse ancora bisogno, questa è l’ennesima dimostrazione che per noi non ci sono distinzioni politiche territoriali e auspichiamo che pure il Comune di Rimini capisca l’importanza di non contrapporsi al Governo in modo pretestuoso, come stanno facendo i suoi rappresentanti a Roma. Che gli piaccia o no, se vogliono portare risultati sul territorio, devono fare i conti con Fratelli d’Italia“.